Fondi, ancora allarme randagi: pitbull aggredisce 62enne, salvato dal suo maremmano

Fondi, ancora allarme randagi: pitbull aggredisce 62enne, salvato dal suo maremmano
di Mirko Macaro
2 Minuti di Lettura
Giovedì 23 Dicembre 2021, 21:17

A Fondi torna l’allarme randagi: un pitbull senza padrone si è introdotto all’interno di una fattoria didattica aggredendone il proprietario. È accaduto intorno alle 8 di giovedì presso la “Tenuta di Davide”, situata in via Capocroce. Nonostante il grande pericolo corso, potenzialmente letale, l’uomo – un 62enne del posto - se l’è incredibilmente cavata riportando solo qualche graffio. Secondo le ricostruzioni, infatti, quando il molosside gli si è scagliato contro provando ad azzannarlo è riuscito a respingerlo con l’aiuto del suo cane, un pastore maremmano femmina che lo accompagnava. 

Il pitbull si è allontanato dopo una breve lotta, facendo perdere le proprie tracce nel giro di qualche minuto. A seguire sono sopraggiunti i carabinieri della Tenenza locale, che nel pomeriggio hanno raccolto un esposto. Segnalazione in cui si ripercorreva anche un altro episodio simile, avvenuto agli inizi di dicembre. 

In quell’occasione lo stesso pitbull, insieme a un compagno di scorribande individuato e portato via dal personale Asl, si era introdotto nella fattoria didattica straziando almeno dieci tra pecore e capre, alcune incinte. «Da quella volta abbiamo chiuso al meglio ogni possibile accesso perimetrale, ogni piccola apertura. Non è servito», raccontano sconsolati dalla “Tenuta di Davide”.

Sempre di recente, dei cani randagi hanno inoltre mandato in ospedale un militare della guardia di finanza. L’uomo, in quei momenti fuori servizio, è stato aggredito durante una passeggiata nell’area di via Spinete, riportando lesioni a un braccio. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA