«Faccio saltare Ponza», panico sul traghetto: caccia a una donna, ma e' stato l'ex marito stalker. Disagi per i turisti

Domenica 14 Agosto 2016
3

Panico questa mattina a Ponza dopo una mail inquietante: «Faccio saltare il traghetto per Formia». Immediatamente sull'isola è scattato l'allarme terrorismo e in porto si sono precipitati armi in pugno carabinieri e polizia.

Il traghetto che era in arrivo da Formia  è stato bloccato e sono iniziate le ricerche della donna che aveva inviato la mail. Quando è stata individuata a bordo con la sua valigia è stata bloccata. La poveretta è rimasta terrorizzata perché era ignara di tutto. E' stata identificata e perquisita e nella valigia c'erano solo indumenti. A quel punto la donna è stata interrogata e ci sono voluti pochi minuti per capire cosa fosse successo.

«E' il mio ex compagno che mi perseguita» ha spiegato. L'uomo ha inviato il messaggio al posto della donna per farle passare un brutto quarto d'ora. Ma nel frattempo l'isola è rimasta paralizzata. Centinaia di persone bloccate in porto in attesa di scendere dal traghetto e altrettante bloccate in rada sulla motonave in arrivo da Terracina.

L'allarme era scattato domenica mattina alle  7.30 circa, quando al centralino telefonico del commissariato di Formia, arrivava la segnalazione da parte della Capitaneria di Porto di Gaeta, di una mail giunta 4.49, con la quale veniva segnalata la presenza, su una delle imbarcazioni in partenza da Ponza, di una donna ucraina che avrebbe compiuto un attentato terroristico.

A quel punto scattava il piano antiterrorismo con l'intervento di polizia, carabinieri e capitaneria di Porto che procedevano al controllo dei passeggeri presso il porto di Formia e quello di Ponza. I controlli per i traghetti partiti da Formia davano esito negativo, mentre al porto di Ponza, alle 10, veniva rintracciata ed identificata la donna segnalata, ma quest'ultima cadeva letteralmente dalle nuvole.

Successivamente, presso la Stazione dei Carabinieri di Ponza, dove veniva portata per essere identificata, la donna ha raccontato ai militari di essere da tempo vittima di atti persecutori da parte dell’ex compagno e che già in passato l'uomo l’ha messa in grandi situazioni di imbarazzo e difficoltà, ponendo in essere azioni simili al solo scopo di danneggiarla. Ora è lui però che rischia una denuncia per procurato allarme e l'avvio di una indagine per stalking.

Ultimo aggiornamento: 15 Agosto, 18:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA