Estate 2020, cani bagnino sulle spiagge di Sperlonga

foto
E' partito a Sperlonga il nuovo progetto della Scuola Italiana Cani Salvataggio e del Comune di Sperlonga che consentitrà nei mesi di luglio e agosto di mettere a disposizione le loro unità cinofile «per aumentare il livello della sicurezza in mare e sulla spiaggia, in ausilio e affiancamento ai presidi di sicurezza balneare tradizionali».

I bagnini degli stabilimenti, la Protezione Civile comunale, le Unità Cinofile Sics, con la supervisione e il coordinamento della Guardia Costiera, grazie al nuovo accordo, possono operare in sinergia per creare una rete capace di garantire standard molto elevati di sicurezza. «Sperlonga è da 24 anni bandiera blu ma è necessario fare sempre di più e meglio - spiega il sindaco Armando Cusani - per evitare che una vacanza si trasformi in una tragedia. Avere la possibilità di aumentare i livelli di sicurezza della balneazione con la presenza del più fedele amico dell’uomo è per noi motivo di grande soddisfazione. Ancor più sostenere lo sforzo, il lavoro, la passione dei volontari della Scuola Italiana Cani di Salvataggio. È emozionante vederli in azione un unicum inscindibile tra uomo ed animale, una perfetta sintonia che vale la pena di osservare anche in addestramento».

Roberto Gasbarri, Responsabile SICS Area Centro-Meridionale commenta: «Siamo molto felici del nostro ingresso nel dispositivo di sicurezza di Sperlonga, una delle perle del Tirreno, da anni Bandiera Blu. Siamo convinti che, grazie alla disponibilità del Comune e ai già alti standard dei servizi messi a disposizione, ci siano tutti gli elementi per lavorare bene e conseguire ottimi risultati». Il “debutto” nella postazione di sicurezza della Sics, nel primo week end di luglio, è stato affidato alla coppia Eros/Blu, due giovani labrador miele e nero, che sono stati accolti con entusiasmo da cittadini e turisti.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani