Riciclavano elettrodomestici raccolti per il Comune: arrestati due dipendenti Abc

Venerdì 29 Maggio 2020
Il sequestro del materiale

Due dipendenti di Abc, l'Azienda beni comuni di Latina che si occupa della raccolta dei rifiuti, sono stati arrestati dai carabinieri per essersi appropriati di elettrodomestici e mobili consegnati dai cittadini per essere riciclati.

Secondo le prime informazioni i due dipendenti avevano attrezzato una propria rivendita dei beni dismessi, ma ancora funzionanti, o di mobilio, persino pubblicizzandola sui social network.  Il materiale, considerato rifiuto ingombrante, veniva consegnato dai cittadini alle "Isole ecologiche" e l'azienda lo prendeva in carico per ricavarne delle entrate dalla vendita di ciò che era possibile ai Consorzi di filiera. Accortisi che mancavano dei pezzi, c'è stata la denuncia e le verifiche dei militari hanno portato all'arresto dei due dipendenti - posti ai domiciliari - e alla denuncia di altri due colleghi.

Vedi anche » Latina, votato in Consiglio debito fuori bilancio da 4,7 milioni di euro per Latina Ambiente

I carabinieri hanno anche sequestrato il capannone nel quale lavatrici, frigoriferi e altro materiale venivano sistemati per essere poi rivenduti. 
 

Ultimo aggiornamento: 18:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani