Latina, truffa con i contributi per l'editoria:
Condannato l'ex senatore Ciarrapico

Martedì 21 Aprile 2015
LATINA - E' stato condannato a tre anni di reclusione Giuseppe Ciarrapico, ex senatore e in passato a capo di un gruppo editoriale iniziato con Ciociaria e Latina Oggi e arrivato a espandersi nel centro Italia. In passato era stato "re" delle acque minerali, leader nella sanità privata e anche presidente dell’As Romama è stato condannato per aver preso contributi per l’editoria non dovuti: tre anni per aver truffato, secondo l'accusa, la presidenza del Consiglio dei ministri, Dipartimento per l'editoria.

In qualità di titolare della “Nuova Editoriale Oggi” e della “Editoriale Ciociaria oggi” - anche se formalmente non figurava nelle società - Ciarrapico, fino al 2010, avrebbe ricevuto, senza averne i requisiti, 20 milioni di euro sotto forma di contributi per l'editoria. L'esperienza con i quotidiani finì a seguito dell'indagine e le quote riferibili a Ciarrapico finirono prima nelle mani della Procura, poi all'imprenditore Andrea Palombo. L'originaria società è stata dichiarata fallita un anno e mezzo dopo.

Assolti il figlio Tullio, le segretarie Cristina Tirabassi e Stefania Mastrantonio. A Giovanni De Sanctis, per la Procura legale rappresentante della 'Print Management' e della 'Polaris srl', società del gruppo Ciarrapico, è stata inflitta, infine, la pena di un anno e sette e mesi per aver, in concorso con il patron, evaso le imposte indicando nelle dichiarazioni annuali del 2004 e del 2006 elementi passivi fittizi avvalendosi di documenti per operazioni inesistenti. Ultimo aggiornamento: 18:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Under 15, l’approccio in disco benedetto dal like dell’amica

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma