Fondi, è Gabriella Capotosto la Persona dell'anno

Fondi, è Gabriella Capotosto la Persona dell'anno
di Mirko Macaro
2 Minuti di Lettura
Domenica 9 Gennaio 2022, 05:03 - Ultimo aggiornamento: 12:33

La Persona dell'Anno 2021 di Fondi e del comprensorio è Gabriella Capotosto, promotrice del Progetto Cuore, realtà che ha progressivamente varcato i confini locali e nazionali riuscendo a coinvolgere ed unire all'insegna della solidarietà migliaia di donne. Il nome della 64enne della Piana è risultato quello più indicato dai partecipanti all'iniziativa organizzata dalla Pro Loco del presidente Gaetano Orticelli, culminata venerdì con la proclamazione della vincitrice nella suggestiva cornice di Palazzo Caetani. Erano presenti il sindaco Beniamino Maschietto, il vicesindaco Vincenzo Carnevale e Gino Fiore, Persona dell'Anno 2016, oltre che lo stesso Orticelli, anche conduttore della serata.

L'avventura del Progetto Cuore parte su Facebook nel 2017, con l'idea di confezionare a mano coperte per donarle a chi ne ha bisogno. Aspirazione che fa immediatamente proseliti, andando oltre ogni più rosea aspettativa: in pochi mesi riceve l'adesione di migliaia di cuoricine, come si chiamano tra loro le volontarie. Un crescendo che nel febbraio dello scorso anno ha poi portato alla costituzione dell'associazione Progetto Cuore Odv. Una realtà, ricorda la Pro Loco nella motivazione del premio, «che conferma la propria natura di organizzazione no profit che reinveste interamente gli utili generati per attività di beneficenza e propri scopi organizzativi. Attualmente sono quasi diecimila le cuoricine' attive in diverse parti d'Italia e in alcune nazioni del mondo. Nel 2021 le coperte realizzate sono state più di tremila, più altre seicento destinate ai reparti di neonatologia di diversi ospedali d'Italia».

Un lodevole esempio di amore per il prossimo divenuto aiuto concreto attraverso impegno, lana ed uncinetto. Nell'ambito della cerimonia di premiazione c'è stato anche spazio per un'attestazione speciale: «È stata attribuita al popolo di samaritani anonimi' che aiutano e fanno beneficenza in silenzio», spiega la Pro Loco. A ritirarla, a titolo simbolico, il funzionario dei Servizi sociali Antonio Marcucci e l'assessore Sonia Notarberardino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA