#curatidichiticura, la protesta dei giovani medici senza borse di specializzazione

Lunedì 25 Maggio 2020 di Giovanni Del Giaccio

Una folta delegazione della provincia di Latina parteciperà alle due manifestazioni in programma mercoledì 27 e venerdì 29 maggio a Roma, in piazza Montecitorio, per chiedere certezze rispetto alle borse di specializzazione.

«Ci "spogliamo" di tutte le nostre apparecchiature mediche come estremo segno di protesta verso un futuro formativo che ci è negato. Non vogliamo emigrare, vogliamo essere i futuri specialisti italiani che salvano vite nel nostro Paese. Ci chiamate #Eroi , dimostrateci sostegno non rimanendo impassibili al nostro grido di protesta» - dicono gli organizzatori.   

Vedi anche » Medici e specializzazione, l'appello: «Borse insufficienti, fateci lavorare»

Studenti, medici neoabilitati, camici grigi, medici in formazione specialistica e generalista si mobiliteranno insieme per chiedere l'abolizione dell’imbuto formativo, una riforma della formazione medica che riconosca maggiori diritti e tutele ai medici in formazione, a favore della difesa del diritto alla salute per tutta la popolazione.

«Noi medici in formazione specialistica porteremo la mobilitazione negli ospedali! Dimostriamo l’importanza che abbiamo per la tenuta dell’intero Servizio sanitario nazionale. Facciamolo astenendoci momentaneamente dalle nostre attività assistenziali». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA