Protesta dei ristoratori, Di Cocco (Fipe): «Costretti a chiudere e licenziare»

Venerdì 23 Ottobre 2020
Italo Di Cocco

Ci sarà anche una delegazione di Fipe Confcommercio Lazio sud (Latina e Frosinone) alla manifestazione in programma mercoledì 28  a Roma, per protestare contro gli ultimi provvedimenti presi dal Governo e dalla Regione Lazio per il contenimento della seconda ondata di Covid 19. A guidarla sarà il presidente,  Italo Di Cocco.  


«La manifestazione di protesta di mercoledì, che si svolgerà contemporaneamente e nelle stesse modalità in altre 20 piazze del Paese – ha dichiarato  Di Cocco – ha come obiettivo ricordare al Governo e al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti che gli ultimi provvedimenti presi non faranno altro che mettere definitivamente in ginocchio il settore, già fortemente in crisi. Le restrizioni sugli orari di apertura e sui partecipanti a eventi e matrimonio stanno mettendo a rischio la sopravvivenza di molti ristoratori costretti alla fine a dover chiudere e licenziare».

Vedi anche > Mini lockdown, Federcuochi accusa. La Asl: «Problema non è ordinanza ma Covid che non si ferma»

© RIPRODUZIONE RISERVATA