CORONAVIRUS

Coronavirus, ecografi tascabili grazie a un progetto del Rotary per il "Goretti" e altri due ospedali

Sabato 11 Aprile 2020 di Giovanni Del Giaccio

Continua la catena di generosità nei confronti dell'ospedale "Santa Maria Goretti" di Latina e stavolta c'è tutta la dedizione del Rotary club oltre a una fortunata coincidenza a far arrivare alla medicina d'urgenza un ecografo tascabile "V scan", con doppia sonda e tecnologicamente avanzato.

I soldi che hanno consentito di acquistarlo, infatti, erano destinati a iniziative umanitarie in Africa, ma la situazione politica prima in Mozambico e poi in Madagascar non aveva consentito di spenderli. Così si è deciso di utilizzarli comunque per qualcosa che rientrasse nello slogan di quell'anno e cioè "Il bene dell'umanità". L'anno è quello 2016-2017, quando l'avvocato Claudio De Felice era governatore del distretto 2080 del Rotary club (Roma, Lazio e Sardegna). Nel visitare i diversi club è uso che si faccia un dono alla moglie del governatore, ma la signora Paola aveva dato indicazione di fare delle offerte per un progetto legato al Mozambico. In parte realizzato - con la borsa di studio a un giovane studente di Medicina - in parte naufragato. «C'era una somma ancora disponibile - spiega De Felice - e di fronte all'emergenza Coronavirus ci siamo chiesti cosa potessimo fare per il nostro servizio sanitario. Ci siamo confrontati con altri soci, è emersa questa necessità e abbiamo deciso di donare un apparecchio per ogni realtà del distretto».

L'ecografo portatile, utilissimo per l'emergenza Covid ma in futuro anche per altre patologie, è stato donato al "Santa Maria Goretti", all'ospedale di Ostia e a quello di Sassari. «Mancavano dei fondi che sono stati integrati dal governatore in carica, in pochi giorni li abbiamo acquistati e consegnati, con l'auspicio che non servano mai, anche se in questo periodo purtroppo se ne farà largo uso»

© RIPRODUZIONE RISERVATA