CORONAVIRUS

Coronavirus, operatori ambulanze 118 senza mascherine: «Siamo a rischio, dateci i dispositivi»

Lunedì 16 Marzo 2020 di Giovanni Del Giaccio
E' un grido d'allarme quello che si leva dagli operatori delle ambulanze in appalto per l'Ares 118 a Latina. Sono sprovvisti di mascherine e le uniche disponibili sono nel "kit" consegnato a ciascun equipaggio, da indossare in caso di sospetto coronavirus. 

Di quelle chirurgiche, neanche l'ombra. «Continuano a ripeterci che arrivano, ma non le vediamo, servono oggi non quando questa storia sarà finita - dicono preoccupati alcuni operatori - Se apriamo il kit e la prendiamo poi se andiamo su un caso sospetto come facciamo? Se invece non la utilizziamo siamo a rischio noi e le nostre famiglie». 

Nell'emergenza che si sta vivendo proviamo solo a immaginare una positività in un autista o infermiere del servizio ambulanze, con la "catena" di possibile quarantena. Si rischia di bloccare tutto. A ciò si aggiunga che gli operatori di una delle società - la Formia Soccorso - lamentano anche il mancato pagamento degli stipendi.

Purtroppo i dispositivi sono praticamente introvabili, le aziende appaltatrici ne hanno fatto richiesta ma ancora non arrivano. A segnalare carenze, nei giorni scorsi, anche le organizzazioni sindacali del personale che lavora in ospedale. La Asl ha "razionato" i dispositivi per evitare che finiscano.  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani