CORONAVIRUS

Coronavirus, «L'1% della popolazione di Aprilia potrebbe essere infetta senza saperlo»

Lunedì 28 Settembre 2020 di Raffaella Patricelli

 Due giorni in più di lavoro per la postazione drive-in all’ex Claudia di Aprilia (domani e dopodomani), ordinanza immediata sull’uso obbligatorio delle mascherine anche all’aperto e presto restrizioni anche per alcuni parchi della città. Questo è quanto è emerso nella conferenza stampa di questa mattina in aula consiliare in Piazza Roma alla presenza del sindaco Antonio Terra e del direttore della Asl Belardino Rossi. In tutto nel fine settimana sono stati eseguiti 850 tamponi (tra i positivi sono emersi 4 bambini delle scuole Morante, Arcobaleno, della scuola delle Pallottine e Marconi.
 
«La città di Aprilia  - ha spiegato il dottor Rossi – è attenzionata dalla Asl, è la seconda in provincia per numero di positivi. La situazione preoccupa. Per gli altri due giorni di tamponi in drive in sono previsti 1000 test rapidi, è consigliata la prenotazione tramite il link messo a disposizione dal Comune. Inoltre secondo i nostri calcoli – spiega Rossi – per come stanno le cose l’1% della popolazione di Aprilia (tra le 750 e le mille persone) potrebbero essere positive asintomatiche, quindi non sanno di essere infette, potendo però infettare. Per questo ricordarsi sempre di: lavarsi le mani, usare la mascherina e mantenere il distanziamento»

Qui la procedura da seguire per prenotare l'esecuzione del tampone

Ultimo aggiornamento: 13:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA