Consenso dei sindaci, Coletta tredicesimo in Italia: dopo 5 anni è al 58,5%

Consenso dei sindaci, Coletta tredicesimo in Italia: dopo 5 anni è al 58,5%
di Vittorio Buongiorno
3 Minuti di Lettura
Lunedì 5 Luglio 2021, 09:20 - Ultimo aggiornamento: 17:27

Dopo cinque anni di mandato il consenso di Damiano Coletta tra i cittadini di Latina è al 58,5%. Lo rivela l'annuale classifica del Sole 24 ore che misura l'indice di gradimento dei sindaci del Belpaese. Il primo cittadino resta nella parte alta della classifica, è al tredicesimo posto in Italia, in coabitazione con il sindaco di Crotone. Rispetto a cinque anni fa Coletta scende del 16%, ma pesa su questo dato il clamoroso risultato del ballottaggio del 2016 quando ottenne il 75% dei voti. Il consenso di Coletta si è stabilizzato ormai da tre anni, se si considera che sia lo scorso anno, sia il precedente il primo cittadino si attestava intorno al 60% dei consensi (nel 2020 era risultato nono).

In testa alla classifica c'è quest'anno il sindaco di Bari, Antonio De Caro con il 65% dei consensi, seguito da Luigi Brugnaro di Venezia (62%) e Giorgio Gori di Bergamo (61%), questi ultimi sono tra l'altro entrambi in crescita, con un incremento dei consensi rispetto all'elezione rispettivamente del 7,9 e del 5,7. Va detto che nei primi quindici posti della classifica ci sono solo due sindaci eletti nel 2016 che mantengono un consenso alto e sono appunto Damiano Coletta e Clemente Mastella a Benevento. (sesto in Italia con il 59,5%), mentre gli altri primi cittadini con i maggiori consensi sono stati eletti nelle tornate successive (dei primi 13 solo sette sono al primo mandato e i primi tre sono tutti alla seconda tornata).

Spicca che nei primi quindici posti ci sono solo tre sindaci di città del centro sud - Latina, Benevento e Crotone - che riescono a mantenere il favore dei propri cittadini ben oltre il 50% nell'anno orribile della pandemia, che invece è costato caro al sindaco di Messina, Cateno De Luca, precipitato dal podio dello scorso anno al 22esimo posto di oggi (perdendo l'11% dei consensi). E vero che tra i primi tredici sindaci Coletta è quello che perde più consensi rispetto al 2016 (-16%), ma nella classifica la perdita a due cifre ha colpito tutti i sindaci eletti con più del 70% dei voti. Palazzi primo cittadino di Mantova ha perso l'11,8%, Calcinaro di Fermo il 12,4. Molto peggio è andata a Roberto Gravina di Campobasso: eletto nel 2019 con il 69% dei voti oggi, oggi appena due anni dopo, vede il consenso scendere al 50% perdendo 19 punti.

Restando nel Lazio, Nicola Ottaviani, sindaco di Frosinone è 30esimo in classifica: eletto con il 56,4% oggi al il 56,5% dei consensi. Appena 64esimo il sindaco di Viterbo, addirittura 90esimo quello di Rieti e chiude Virginia Raggi che è in fondo alla classifica al 94esimo posto.

Il Sole 24 ore spiega che il sindaggio Governance Poll è stato realizzato da Noto Sondaggi su un campione di mille elettori in ogni Regione e 600 in ogni Comune disaggregati per sesso, età e residenza. Le interviste sono state effettuate tra il primo aprile 2021 e il 28 giugno scorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA