Concorsi truccati, la Asl di Latina: «Adozione di atti consequenziali nei confronti dei dipendenti coinvolti»

Concorsi truccati, la Asl di Latina: «Adozione di atti consequenziali nei confronti dei dipendenti coinvolti»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 21 Maggio 2021, 15:51

«In relazione ai fatti odierni, la Direzione Aziendale, ringraziando ed esprimendo la massima fiducia e disponibilità nei confronti della Polizia di Stato, la Guardia di Finanza di Latina e la Magistratura per le importanti operazioni che si stanno svolgendo in merito alle procedure concorsuali oggetto d’indagine, ribadisce che la trasparenza e la legittimità rappresentano strumenti di garanzia imprescindibili nonché principi ispiratori che alimentano l’agire amministrativo», così la direttrice generale della Asl di latina, Silvia Cavalli, commenta attraverso una nota gli arresti eseguiti da Polizia e Finanza nell'ambito dell'inchiesta su due concorsi truccati.

«In data 29 aprile 2021, la Asl di Latina, in accordo con la Direzione Regionale Salute, aveva già proceduto alla revoca del Bando di Concorso Pubblico- si legge nella nota - sul quale erano emerse alcune irregolarità, che prevedeva la copertura a tempo indeterminato di n. 70 posti di assistente amministrativo – cat. C, indetto in forma aggregata tra la Asl di Frosinone, Asl di Latina, Asl di Viterbo e Asl Roma 3, Azienda Capofila Asl di Latina». La Asl comunica anche che «nei prossimi giorni, si procederà con l’adozione di tutti gli atti consequenziali necessari nei confronti dei dipendenti Asl coinvolti». Il riferimento è sicuramente al dirigente e al funzionario arrestato, ma rischiano anche quei dipendenti assunti al termine del primo concorso che oggi risultano indagati nell'inchiesta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA