Comunità dello sport, accordo tra 23 sindaci a Sabaudia

Comunità dello sport, accordo tra 23 sindaci a Sabaudia
di Stefano Cortelletti
2 Minuti di Lettura
Domenica 6 Giugno 2021, 05:03 - Ultimo aggiornamento: 16:01

I comuni della provincia di Latina fanno squadra per essere competitivi dal punto di vista sportivo con altre realtà italiane. È questo il senso del protocollo d'intesa firmato da 23 sindaci venerdì pomeriggio a Sabaudia, nell'ambito della cerimonia di apertura della prova di coppa del mondo di canottaggio. L'iniziativa, promossa dal Comune di Sabaudia, è stata recepita da gran parte delle amministrazioni comunali pontine.

L'obiettivo del protocollo è quello di organizzare eventi nazionali e internazionali, favorendo lo sviluppo e la promozione dell'intero comparto sportivo, mettendo a sistema la collaborazione delle amministrazioni non solo per organizzare gli eventi sportivi, ma anche per promuovere e valorizzare le bellezze paesaggistico-ambientali e architettoniche. Insomma, da una parte unire le forze per ospitare campionati di ogni tipo e di tutte le discipline, dall'altra sfruttare queste manifestazioni per far conoscere meglio le eccellenze e le tipicità di ciascuna città: il tutto riunito sotto il Sdi Comunità pontina dello sport. In piazza a Sabaudia hanno sfilato i sindaci o i delegati di Sabaudia, Aprilia, Cori, Castelforte, Fondi, Formia, Latina, Lenola, Maenza, Monte San Biagio, Pontinia, Priverno, Prossedi, Roccagorga, Rocca Massima, Roccasecca dei Volsci, San Felice Circeo, Sermoneta, Sezze, Sonnino, Spigno Saturnia, Terracina. C'erano anche il presidente nazionale del Coni Giovanni Malagò e Roberto Tavani, delegato allo sport del Presidente della Regione Nicola Zingaretti.

«Ringrazio della loro presenza tutti i sindaci che hanno partecipato a questo evento di sport, che può essere motore trainante del nostro territorio», ha spiegato la padrona di casa, la sindaca Giada Gervasi, «la coppa del mondo di canottaggio non porta lustro solo a Sabaudia ma all'intero territorio». «È il segno della necessità di fare rete in tutti i campi aggiunge il sindaco di Latina Damiano Coletta a maggior ragione nello sport, che prescinde da ogni orientamento politico».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA