Cisterna, lo straziante addio di Angelo su Facebook, poi si toglie la vita: aperta un'inchiesta

Sabato 28 Marzo 2020 di Claudia Paoletti
Un lungo ringraziamento alla vita e poi l'addio. Angelo De Camillis, 37 anni, grafico di professione, molto conosciuto a Cisterna, ieri mattina, poco dopo le 11, si è tolto la vita nella sua casa del centro storico, si è impiccato. Lo slargo di fronte alla sua abitazione, già deserto, ieri era assediato dai militari dell'Arma dei carabinieri che indagano sul caso, dagli agenti della polizia locale e dalla guardia medica. Ad accorgersi del gesto di Angelo sono stati i suoi amici che hanno letto su Facebook i suoi ultimi saluti alle persone a lui più care. Sono stati loro i primi ad avvisare le forze le forze dell'ordine. Ma era tropo tardi: Angelo era già privo di vita all'arrivo dei sanitari che ne hanno constato il decesso. Sotto casa il datore di lavoro di Angelo, Danilo Peretti, responsabile della Cisterna Ambiente, in lacrime, senza capacitarsi dell'accaduto. «Fino a ieri (giovedì, ndr) abbiamo pranzato insieme dice Peretti era sempre disponibile, si occupava lui della grafica di tutto, dai calendari agli avvisi. Gli rompevo sempre le scatole ma lui era sempre disponibile, con il sorriso. Niente lasciava trapelare un gesto simile, nel modo più assoluto». In strada anche i colleghi, gli amici, i collaboratori, i vicini di casa. Tutti a debita distanza e con la mascherina. Un dramma nel dramma.

Angelo ha perso il padre a 20 anni, suicida anche lui, e la madre, due anni fa, di tumore. Era figlio unico. Per chi lo conosceva, per la maggior parte della comunità cisternese, era sempre disponibile e con il sorriso, nonostante tutto. Ha curato diverse grafiche di eventi, premi, manifestazioni pubbliche. Uno per tutti il premio di poesie intitolato a Giulia Brignone. Un saluto al nipote Valerio: ti vuole bene tio Antolo!; al datore di lavoro e a tutto lo staff: Grazie a Danilo, che mi ha sempre aperto le porte, che ha sempre creduto in me, stimato e apprezzato. Un grazie a tutti gli amici della Cisterna Ambiente, che mi hanno fatto sentire come a casa.
Angelo si scusa se ha dimenticato qualcuno nella sua lunga lista di nomi che abbraccia nel saluto finale: Grazie poi a chi con un gesto, una parola, un sorriso ci è sempre stato nella mia vita. Scusate davvero se ho dimenticato qualcuno. Il suo ultimo cuoricino è per Andrea: E infine grazie a te Andrea, che in questi 13 anni d'amore, mi hai regalato quelle emozioni che forse nessuno hai mai sentito nella sua vita. Sei la mia forza, il mio tutto, il mio senso della vita. Ti amo. Angelo.

Sul caso è stata aperta un'inchiesta a causa di alcuni screenshot che l'uomo ha pubblicato sui social prima di togliersi la vita. I carabinieri del reparto territoriale di Aprilia, coordinati dal colonnello Riccardo Barbera hanno inviato una informativa alla procura della repubblica. «Di certo c'è un reato dicono gli inquirenti sono in corso accertamenti». Tutto è al vaglio della procura. Oggi pomeriggio alle 15 sarà benedetta e tumulata la salma nel cimitero di Cisterna. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani