Cartisano (Uiltucs): «Un altro accordo firmato, ma ora intervenga il Prefetto»

Cartisano (Uiltucs): «Un altro accordo firmato, ma ora intervenga il Prefetto»
2 Minuti di Lettura
Giovedì 24 Novembre 2022, 16:31

Mentre le indagini della Procura di Latina proseguono, il sindacato Uiltucs che ha denunciato per primo le presunte irregolarità, continua l'iter per tutelare gli ex lavoratori della cooperativa. «All'ispettorato del lavoro di Latina siamo riusciti a raggiungere un accordo di rateizzazione su un'altra lavoratrice della Karibu che era creditrice di ottomila euro di stipendi» spiega il segretario Gianfranco Cartisano (nella foto). «All'incontro, che era già stato fissato in precedenza era presente Marie Thérèse Mukamitsindo (amministratrice della Karibu e suocera di Aboukabar Soumahoro, ndr)». Stando sempre al sindacalista, la donna avrebbe «sulle prime espresso delle perplessità» rispetto alla sua presenza all'incontro e alla possibilità per lei di firmare accordi «dato che si aspettava ispezioni e magari un eventuale commissariamento - spiega Cartisano - Ma l'ispettorato le ha risposto che essendo al momento lei il datore di lavoro doveva risponderne lei».

C'era poi sul tavolo il caso di un'altra lavoratrice che, a quanto si legge dal verbale dell'incontro, rivendica stipendi non pagati «da gennaio 2020 a dicembre 2020 e tredicesima, da gennaio 2021 a dicembre 2021 da gennaio 2022 a ottobre 2022 oltre competenze di fine rapporto, tfr e tredicesima del 2019». «La coop - spiega ancora Cartisano - avrebbe dovuto portare le sue buste paga, ma non lo ha fatto. Per cui ci siamo riaggiornati al 29 novembre, una data che era stata già fissata per affrontare il caso di due lavoratori non contrattualizzati».

«L'azienda - si legge infatti ancora nel verbale - è inviata a produrre la presente documentazione con eventuali bonifici già effettuati, oltre a una proposta sulla ripartizione delle somme ancora da percepire». «Ciò che vogliamo - conclude il sindacalista - è che sia applicata per i lavoratori non pagati di Aid e Karibu la procedura di intervento sostitutivo di pagamento delle retribuzioni» già applicato per quattro dipendenti della Aid. «Il Prefetto - aggiunge Cartisano - dovrebbe attivare un tavolo specifico con tutti gli enti responsabili degli appalti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA