Carenze igienico strutturali e merce non "tracciabile", i Nas chiudono due ristoranti

Sabato 20 Luglio 2019
Due attività di ristorazione chiuse per gravi carenze igienico strutturali, multe e sequestri nell'ambito dei controlli dei Carabinieri del nucleo tutela della salute (Nas) nel sud pontino.

A Gaeta  i controlli in un ristorante, in collaborazione con personale del servizio di prevenzione della Asl di Latina, hanno portato alla chiusura dell’attività e al sequestro amministrativo di oltre 250 chilogrammi di prodotti ittici (per un valore commerciale di circa 2.000 euro),  privi delle indicazioni utili a garantire la tracciabilità e la salubrità dei medesimi. Le sanzioni amministrative sono pari a  5.500 euro, mentre il valore della struttura chiusa ammonta a circa 800.000 euro.

Un recente  controllo presso un ristorante etnico di Terracina, inoltre, ha comportato la sospensione immediata dell’attività per gravi carenze igienico- sanitarie e strutturali della cucina e del deposito di sostanze alimentari. Il personale del Nas ha proceduto al sequestro amministrativo 100 chilogrammi di carne,  privi delle indicazioni utili a garantire la tracciabilità e la salubrità dei medesimi.  

In un agriturismo di Lenola, invece,  sequestrati circa 200 chilogrammi di vari prodotti alimentari  privi delle indicazioni utili a garantire la tracciabilità e la salubrità. La merce, destinata a sicura distruzione, ha un valore di circa 2.000 euro. Il titolare dell’attività agrituristica sarà inoltre sanzionato con una cifra pari a 1.500 euro.

  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Romani pronti al rientro ma potrebbero ripensarci

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma