Botte e bastonate alla moglie incinta: marito violento arrestato a Latina

Mercoledì 11 Settembre 2019
E' stato arrestato e condotto in carcere a Latina per maltrattamenti. In manette è finito un 34enne di origine bengalese, accusato di aver maltrattamento e ripetutamente picchiato la moglie incinta. L'ordinanza di custodia cautelare, eseguita dalla squadra mobile, è stata emessa dal gip del tribunale di Latina su richiesta della Procura. L'attività di indagine è iniziata nei giorni scorsi quando la donna, vittima dell'ennesima aggressione, è scesa in strada in cerca di aiuto. Dopo l'intervento della squadra volante, che ha messo in salvo la donna accompagnandola in ospedale, è scattata la denuncia ed è stata avviata l'indagine. Gli accertamenti degli investigatori hanno consentito di ricostruire i numerosi episodi di violenza fisica da parte dell'uomo, che andavano avanti da circa un anno, da quando, uscito dal carcere, aveva iniziato una convivenza con la donna  e poi l'aveva sposata. I maltrattamenti erano cominciati a settembre del 2018. A giugno scorso la moglie era rimasta incinta e questo aveva reso il marito, deciso a farla abortire, ancora più violento. Il 26 agosto scorso era arrivato a colpire la giovane con un bastone provocandole un trauma cranico e diverse contusioni sul corpo. Al termine delle formalità di rito il 34enne è stato associato presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’autorità giudiziaria. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma