Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Impianto biometano a Cisterna, il "no" dell'associazione Medici per l'ambiente

Un incontro dell'associazione Medici per l'ambiente
1 Minuto di Lettura
Sabato 26 Febbraio 2022, 08:21 - Ultimo aggiornamento: 08:22

Arriva il no dell'Isde Latina - l'Associazione italiana medici per l’ambiente - alla costruzione e la messa in funzione di un impianto di digestione anaerobica di rifiuti urbani per biometano e compost provenienti da raccolta differenziata denominata Forsu (frazione organica dai rifiuti solidi urbani ) a Cisterna

L'Isde parla di «nuovi pericoli per la salute di migliaia di persone» e sottolinea come «tali centrali è risaputo, da numerosi esempi simili in tutta Italia, possono produrre emissioni di sostanze cancerogene».  

L'associazione «è contraria alla costruzione di questi impianti nella provincia di Latina che ha già pagato a caro prezzo in danni ambientali con il trascorrere degli anni» e in un lungo documento vengono spiegate le ragioni del no.

A questo si aggiunga che l'impianto,  è «vicino ad un sito di notevole interesse archeologico, l'antichissimo sito di “Tres Tabernae” lungo il percorso dell'Appia Antica».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA