Aprilia: il rigore non c'è e lui lo sbaglia apposta, la lezione di un ragazzino di 13 anni

Domenica 15 Aprile 2018
12
Si gira verso l'arbitro, lo guarda incredulo allargando le braccia. Ai tempi della Var e delle polemiche, si vede chiaramente che quel rigore è inesistente. Ma l'arbitro lo ha fischiato e Nicolò, 13 anni, attaccante de La Pelota Fc Aprilia va sul dischetto e lo manda fuori apposta. Un gesto che nessuno gli ha chiesto, ma che lui ha deciso di fare, dando una lezione al mondo del pallone che si arrovella tra moviole e discussioni infinite. La partita del campionato giovanissimi provinciali fascia B era sul 2 a 0, le reti contro il Connect Latina le aveva già segnate lui, ma di mettere dentro un rigore inesistente non se la sentiva. Alla fine di rete ne segnerà un'altra e la partita finirà 6 a 0, ma quel rigore era evidentemente troppo. Per Nicolò i complimenti di compagni, avversari e anche dell'arbitro. 

  Ultimo aggiornamento: 16 Aprile, 11:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA