Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Appartamenti fantasma in affitto a Sperlonga, due denunce per truffa

Appartamenti fantasma in affitto a Sperlonga, due denunce per truffa
3 Minuti di Lettura
Sabato 19 Dicembre 2020, 09:27

Falsi annunci di appartamenti in affitto, anticipi incassati e case inesistenti. Sono stati denunciati dai carabinieri un uomo e una donna - di 51 e 31 anni - residenti in Abruzzo. Avevano inserito messaggi su internet per affitti estivi a Sperlonga, rinomata località turistica.

Di quelle case, però, neanche l'ombra. A seguito delle denunce delle persone che avevano versato la caparra ma non erano più riuscite ad avere contatti con gli affittuari, sono scattate le indagini  telematiche dei carabinieri, riuscendo a risalire all’identità dei due truffatori che sono stati poi denunciate. Non si tratta del primo caso del genere, per questo il comando provinciale Carabinieri di Latina  consiglia a tutti i cittadini di prendere le dovute cautele ogni volta che si trova a dover stipulare un contratto di locazione.

Vedi anche > Promettono di prendere casa vacanze in affitto al Circeo ma era una truffa: denunciati

I CONSIGLI

1) Occhio alle fotografie dell’immobile che siano reali e contestualizzate al luogo. La fotografia dell’immobile potrebbe essere realizzata al computer;

2) attenzione ai prezzi. un immobile da sogno potrebbe essere messo a prezzo stracciato per attirare l’attenzione dei clienti;

3) diffidare sempre della controparte (venditore od acquirente che sia) che dichiara di trovarsi all’estero o fuori citta’ e di non avere occasione per organizzare un incontro per visitare o far visionare l’immobile di persona. altri indizi, in questo caso, potrebbero esssere la mancanza di un recapito telefonico oppure la presenza di numeri di telefono non attivi, strani o con numerazioni estere od ancora l’intenzione di comunicare solamente via mail;

4) nel caso vi venga chiesto, senza averlo visionato, non inviate alcuna caparra solamente per bloccare l’immobile, in particolar modo se vi verrà chiesto un pagamento non tracciabile ovvero effettuato con carte prepagate o servizi di trasferimento di denaro;

5) Evitare sempre di comunicare i dati sensibili che non sono necessari nella fase della trattativa preliminare ( dati personali, conto corrente, carta di credito, carta ricaricabile). Non inviare mai la fotocopia dei propri documenti di identità che potrebbero essere falsificati dai truffatori. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA