CORONAVIRUS

Arrivano le App per evitare le code ai supermercati

Mercoledì 25 Marzo 2020 di Marco Cusumano
Una mappa con i tempi di attesa nei supermercati
Per fare la spesa spesso si devono affrontare lunghe code all’esterno dei supermercati. Difficile poter valutare la durata delle attese, considerando le numerose variabili in gioco, a cominciare dal tempo che ogni cliente impiega per effettuare gli acquisti.

Anche in questo caso è la tecnologia e tentare di dare una mano ai consumatori attraverso una serie di funzioni che stanno trovando sempre più spazio all’interno di applicazioni già diffuse. App che aiutano i cittadini indicando i tempi di attesa per ogni supermercato. Si tratta ovviamente di una stima, basata principalmente sulla presenza simultanea di più utenti in quella zona e in quel preciso momento. Anche a Latina è stata attivata questa funzione, ad esempio, nell’applicazione “DoveConviene”, molto diffusa a livello nazionale. Normalmente l’app segnala le offerte del momento attraverso la pubblicazione dei “volantini” promozionali, ma adesso è stata aggiunta una funzione legata all’emergenza del momento.

All’indirizzo dovefila.doveconviene.it è possibile accedere a una normale mappa dei supermercati, ma in aggiunta c’è la funzione “Vedi code in questa zona” che visualizza l’attesa stimata per entrare nei vari punti vendita. Il sistema è basato sulla segnalazione della propria presenza in coda da parte degli utenti che usano l’applicazione ed evidentemente ha dei limiti proprio per la “proiezione” del dato a livello generale, con un margine di errore difficilmente quantificabile.

Forse può considerarsi più precisa una funzione introdotta da Google in tempi ben più lontani rispetto all’attuale emergenza Coronavirus. Il gigante americano “Big G” consente di visualizzare in tempo reale ogni tipo di assembramento. Un sistema che, appoggiandosi su Google Maps, è molto utile ad esempio nel monitoraggio del traffico. La stessa applicazione può essere impiegata per soddisfare l’esigenza di questo particolare momento: verificare la presenza di molte persone davanti al supermercato.

I dati della geolocalizzazione per analizzare l’affollamento è molto utile per decidere se andare a fare la spesa in quel momento o attendere pazientemente che la folla diminuisca riducendo così i tempi di attesa per entrare. Si tratta di piccoli accorgimenti che, se implementati e raffinati, potrebbero diventare ben presto comodi alleati per gestiremeglio la situazione d emergenza che stiamo vivendo.

I RISTORANTI PUNTANO SULLE CONSEGNE A DOMICILIO
Il servizio delle consegne a domicilio resta l’ultimo baluardo per i ristoratori alle prese con una serrata senza precedenti. A Latina c’è un’azienda locale che si occupa di consegne a domicilio dal 2006, tra le prime realtà in Italia, con il marchio “Mangiatutto”.

«Abbiamo alzato ulteriormente - spiega il titolare Graziano Rossi - i livelli di igiene e sicurezza che erano già presenti nel nostromodello di consegne a domicilio. I ristoratori hanno avuto un contraccolpo pesantissimo con la chiusura. Ilmomento della consegna di una pietanza può sembrare una piccola cosama è unmomento di svago e rilassatezza in questi giorni cupi e di grandi preoccupazioni. Le nostre consegne vengono effettuate conmascherine e guanti monouso». Ultimo aggiornamento: 26 Marzo, 08:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Dalla candeggina ai contagi: ecco le bufale su cani e gatti

di Marco Pasqua