"E ora al ballo!", Ambrogio Sparagna a Cori sulle note delle danze tradizionali

Sabato 1 Agosto 2020

"E ora al ballo!" è il titolo del  concerto di cui saranno protagonisti Ambrogio Sparagna & Solisti dell'orchestra popolare italiana, con le  danze tradizionali proposte da Francesca Trenta (coreografa, ricercatrice e danzatrice di danze popolari). L'appuntamento è domani -  domenica 2 agosto a Cori  alle   21.30 in piazza del Tempio d’Ercole, per la terza serata del Latium festival. Quello che andrà in scena è un   progetto vocale, strumentale e di danza che permette di conoscere più da vicino la maestria compositiva e la passionalità interpretativa di uno tra i musicisti più importanti nel panorama della nuova musica popolare italiana e grande virtuoso di organetto.

 


Il repertorio esplora la tradizione musicale di area italiana attraverso una serie di danze tradizionali e altri brani originali composti da Ambrogio Sparagna, tutti accompagnati da una piccola orchestra di strumenti che vanno dall’organetto alla conchiglia, dai tamburelli ai cucchiai, dalla ghironda al violino a tromba, tutti musicisti solisti appartenenti all’Orchestra Popolare Italiana.

Il filo conduttore è il ritmo che scandisce i passi delle tante danze tradizionali che punteggiano l’Appennino. Balli ma anche serenate, ninne nanne e tarantelle d’amore, ritmi frenetici e saltarelli sempre attenti a coinvolgere il pubblico e farlo “camminare” sulla musica. Uno spettacolo per far conoscere il repertorio folk italiano attraverso una modalità di spettacolo vivace e coinvolgente da uno degli autori più importanti del genere. L'ingresso è 10 euro. 
 
Lo spettacolo sarà preceduto, nel pomeriggio alle ore 17.30 al complesso monumentale di Sant’Oliva, da "Musiche e balli popolari nel Lazio": laboratorio/conferenza sulla musica e sulla danza popolare tenuto sempre da Ambrogio Sparagna, con la partecipazione di Francesca Trenta. 

Inoltre, alle 19 in piazza Sant’Oliva  degustazione di prodotti tipici del territorio di Cori. In particolare saranno presenti i vini Cincinnato, Marco Carpineti e Pietra Pinta e il prosciutto cotto al vino di Cori, prodotto unico nel suo genere, specialità tutta corese nata dal matrimonio felice tra i migliori prosciutti locali e il vino bianco del paese, che nel mese di marzo 2019 ha ottenuto il riconoscimento De.Co. (Denominazione Comunale), nell’ambito del progetto “Origine Comune” promosso da Anci Lazio e dal Consiglio Regionale Del Lazio. 

Per informazioni e prenotazioni Pro Loco Cori 06 9678443 - 3489053474.

© RIPRODUZIONE RISERVATA