A Roberto Campagna il premio della sezione racconti a "Profumo di poesia"

Venerdì 7 Settembre 2018
Un momento della cerimonia
Premio letterario di Sant'Elena Sannita (Isernia) al sociologo, giornalista e scrittore pontino Roberto Campagna per il racconto "La bestemmia fatale". Nei giorni scorsi la cerimonia di consegna, al termine della rassegna   “Profumi di Poesia - sezione Racconti”. Il premio ha chiuso l’omonima rassegna olfattivo-letteraria che si è svolta nei mesi scorsi ad Aprilia, nella Profumeria Prioli.

Ideata dalle poetesse Antonella Rizzo e Dina Amati, questa rassegna prevedeva quattro incontri, di cui l’ultimo si è tenuto proprio a Sant’Elena Sannita, presso il Museo del Profumo. E qui si è svolta la cerimonia di premiazione con la consegna delle targhe e dei raffinati profumi Rancé. Per scrivere il racconto Roberto Campagna ha preso spunto da quella sorta di tabù che è la bestemmia, ovvero la blasfemia, della quale non da molto è stata abolita la rilevanza penale e che ancora oggi comporta un disvalore sociale. Ma, come l’autore ci ha abituati, anche questo è solo un pretesto dal quale partire per aprire una finestra su una realtà locale e sugli scambi interpersonali che in essa avvengono.

Campagna parte da lì e con   la perizia dello storico unita alla fluidità piacevole del narratore restituisce spaccati sociali e psicologici attraverso gli oggetti, il territorio, il cibo, la politica, le tradizioni popolari, una scommessa vagamente becera e persino una bevuta tra amici prendono vita, mutano, si evolvono, confliggono e si dissolvono ne “La bestemmia fatale”.

L'ultimo incontro della rassegna si è svolto nel paese in provincia di Isernia del quale sono originarie le organizzatrici e dove è sorto nel 2014 il Museo del Profumo che si articola su due piani, due sale congresso e un orto botanico dove  si coltivano le piante autoctone con cui si ricavano le essenze per la produzione di due profumi.   © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Cercasi Roscio disperatamente

di Marco Pasqua