CORONAVIRUS

A Monte San Biagio il primo Consiglio in videoconferenza e streaming

Giovedì 16 Aprile 2020 di Barbara Savodini
Upgrade tecnologico per Monte San Biagio dove martedì sera si è tenuto il primo Consiglio comunale in videoconferenza e in streaming.
Oltre tre ore di discussione, con un dibattito proficuo e costruttivo, peraltro fruibile anche in remoto da tutti i cittadini grazie ad un link preventivamente indicato sulla pagina Facebook del Comune.
Tutti presenti, naturalmente.

Primo Consiglio in streaming, il sindaco: «Ci hanno seguito in 1.000»

«Già a settembre stavamo lavorando alla possibilità di trasmettere il Consiglio in streaming – spiega il sindaco Federico Carnevale – poi abbiamo accolto favorevolmente la mozione della minoranza e infine il coronavirus ha dato un'accelerata al processo. Di questo devo ringraziare la Società Multivision che ci ha concesso gratuitamente l'utilizzo della piattaforma in anteprima rispetto ai tempi. Stiamo infatti provvedendo all'acquisto dei microfoni e a tutto l'occorrente per trasmettere il Consiglio in streaming anche dopo l'emergenza. Tra le varie novità ci sarà anche quella di fare una Pubblica Assise mista con membri della giunta e consiglieri non fisicamente presenti ma per questo dovremo ancora approvare un regolamento ad hoc. Intanto possiamo dire che le prove generali sono riuscite».

Sindaco ma, ai tempi dell'emergenza, anche tecnico di regia: il primo cittadino di Monte San Biagio nei giorni precedenti al Consiglio si è infatti dedicato a fare tutta una serie di check e prove audio-video con  assessori e consiglieri affinché tutto filasse liscio ricevendo i complimenti da parte della società.
Quest'ultima, alla fine, è stata soddisfatta tanto per la qualità del servizio offerto quanto per la cura e l'attenzione dedicata al progetto dal primo cittadino.

«Tra l'altro – aggiunge Carnevale – ci hanno seguito oltre mille cittadini. Dopo tre ore di Consiglio, nonostante l'orario e la stanchezza, ci seguivano ancora 300 persone. Trovo che tutto ciò sia prova di trasparenza e una grande conquista da parte di tutta la Pubblica Assise».

Servizi sociali: i ringraziamenti dell'assessore Ferreri

Buona parte dei lavori sono stati incentrati sull'attività dei servizi sociali, in questo periodo storico focalizzati sulla gestione della grande emergenza economica che sta interessando tutta Italia e anche Monte San Biagio.
A tal proposito l'assessore Anna Maria Ferreri ha elogiato l'eccellente lavoro svolto sul territorio dai dipendenti del settore e dai volontari della Protezione Civile e della Croce Rossa.

La stessa ha ringraziato per la collaborazione il personale della Multiservizi che ha offerto aiuto fattivo e concreto alla cittadinanza per la compilazione delle domande dato che molti non avevano dimestichezza con le pratiche, in particolare con quelle online. Pensiamo per esempio ai contributi per il canone di locazione, ai buoni spesa e così via. Per espletare queste necessità è stato infatti allestito un gazebo dinnanzi alla sede del Comune. La Protezione Civile si è invece occupata della consegna a domicilio dei pacchi alimentari. 

Il vice sindaco Di Cola: «Bene ma il dibattito faccia a faccia resta fondamentale»

«Abbiamo fatto di necessità virtù - evidenzia il vice sindaco di Monte San Biagio Arcangelo Di Cola - certo mi auguro che l'emergenza cessi al più presto perché manca il dibattito faccia a faccia che anima la vera politica».

Il commento di "Monte San Biagio Futura": «Anche una nostra vittoria».

«Il Consiglio in streaming è anche una nostra vittoria - conclude Guglielmo Raso, capogruppo di “Monte san Biagio futura" - se oggi possiamo avvalerci di questo strumento, che utilizzeremo anche dopo l'emergenza covid, è grazie alla nostra mozione con cui, al Consiglio dello scorso 7 novembre, proponemmo la diretta streaming ottenendo l'approvazione del relativo regolamento». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani