A emergenze e onlus l'assegno di fine mandato dell'ex senatore Vacciano

Domenica 19 Agosto 2018
1
Giuseppe Vacciano
Ha mantenuto l’impegno ed esaurito anche il “plafond” dell’assegno di fine mandato. Giuseppe Vacciano, ex senatore pontino dei 5stelle, passato al gruppo misto e dimessosi invano da Palazzo Madama dove la sua scelta è sempre stata respinta, ha documentato le ultime spese. 

Si tratta di 43.000 euro donati, a fronte di un assegno di 41.541,24 ottenuto dal Senato, dall’Asd “Il volo” alla “Regione Lazio per Amatrice e Accumoli”, dagli “Amici del cane” di Latina alle “Emergenze città di Genova” o - ancora - dai “Bambini cardiopatici nel mondo” a “Diaphorà Onlus”.

Sono sedici interventi un tutto, somme che variano dai 2 ai 5.000 euro e che nello stile con il quale si era presentato agli elettori - l’assoluta trasparenza e l’idea di lasciare una parte dei benefit parlamentari a chi ne aveva bisogno - Vacciano ha documentato.

«Restano sul “conto di servizio” - scrive sulla sua pagina facebook - circa 15.000 euro che, come ho spiegato, per ora tengo a disposizione per spese correlate al mandato che dovessero palesarsi nei prossimi mesi e di cui, al momento, ho contezza solo in minima parte. Una volta che la situazione sarà assestata procederò ad un altro giro di restituzioni “a saldo” (ci vorrà qualche tempo...) A titolo di curiosità, le restituzioni correlate alla mia esperienza parlamentare ad oggi ammontano complessivamente a € 304.382,95».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani