Xi al Quirinale, il busto di Augusto fu comprato per la visita di Hitler a Roma nel 1938

Sabato 23 Marzo 2019 di Laura Larcan
Anche i "tesori" del Quirinale conquistano la ribalta in occasione della visita del presidente cinese. Un'opera d'arte che custodisce un piccolo retroscena fa da sfondo all'incontro ufficiale di Xi Jinping con Sergio Mattarella sul colle presidenziale. Nella sala del rendez vous istituzionale spicca un busto di Augusto, primo imperatore di Roma. Non un busto qualsiasi, ma un marmo che "nasconde" una curiosità. L'opera, infatti, fu acquistata dal governo fascista in occasione della visita di Hitler a Roma nel 1938.

Via della Seta, Mattarella regista dell'intesa mette paletti ed esclude le Tlc

Siamo nella sala detta della "Pubblica Udienza" o del "Concistoro" ai tempi di papa Pio IX che l'aveva arredata con un gusto austero (all'epoca spiccava il trono sulla parete di fondo) accanto a grandi vasi orientali su piedistalli dorati e due tavoli a parete. Proprio sul tavolo accanto all'ingresso poggia il busto "protagonista". Si tratta di un'opera moderna, una copia parziale tardo ottocentesca, o addirittura di primo Novecento, della celebre statua di Augusto cosiddetto di Primaporta (dal luogo della scoperta). Il busto in questione, di marmo pregiato, fu una spesa "politica": acquistato sul mercato antiquario in occasione della visita del Fuhrer nella Capitale.
  Ultimo aggiornamento: 10:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani