Wanna Marchi e Stania Nobile, nuova vita in Albania dopo il carcere: «L'Italia ci odia»

Giovedì 7 Novembre 2019
5
Wanna Marchi e Stania Nobile, nuova vita in Albania dopo il carcere: «L'Italia ci odia»

«L'Italia ci odia». È il messaggio che Wanna Marchi e Stefania Nobile lanciano dall'Albania, il paese nel quale ora vivono dopo aver scontato la loro pena in carcere. Le due ex regine delle televendite, tra le protagoniste dell'ultima puntata di "Seconda Vita" di Gabriele Parpiglia, hanno cominciato una nuova vita a Tirana, dove hanno aperto quattro locali.

LEGGI ANCHE Wanna Marchi e Stefania Nobile, addio Italia: «Nessuno ci voleva, ora siamo imprenditrici in Albania»

«In Italia eravamo marchiate - raccontano madre e figlia - nessuno ci faceva più lavorare e noi ne avevamo bisogno. Siamo arrivate in Albania per caso, trovando una terra ospitale che ci ha permesso di essere quello che siamo: brave imprenditrici». Per Wanna Marchi e Stefania Nobile gli anni del carcere sono stati i più duri: «Volevano che ci suicidassimo, ma noi ce l'abbiamo fatta. In carcere ci hanno accolto con i mitra, non ci hanno curato a dovere e abbiamo rischiato la vita».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lozzi e il derby dei Casamonica, da Virginia solo una passerella

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma