Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Telepredicatore musulmano picchiava la moglie da anni: arrestato grazie al Codice Rosso

Telepredicatore musulmano picchiava la moglie da anni: arrestato grazie al Codice Rosso
3 Minuti di Lettura
Giovedì 24 Ottobre 2019, 14:43

Sulle emittenti locali, dove appariva come telepredicatore, si era ritagliato uno spazio come punto di riferimento per la comunità musulmana a Brescia e dintorni. A casa, da tempo, picchiava la moglie. È quanto scoperto dalla squadra mobile della questura della città lombarda che, sulla base di un'ordinanza di custodia cautelare disposta dal gip del Tribunale, ha arrestato Abu Ammar al-Sudani, un sudanese di 46 anni. Le accuse sono  quelle di maltrattamenti e lesioni

LEGGI ANCHE Cassino, violenza sessuale nei confronti della compagna: chiesti 7 anni
LEGGI ANCHE "Questo non è amore", polizia in campo contro la violenza sulle donne


La donna, circa 20 anni in meno del marito, adesso si trova in una struttura protetta insieme ai 3 figli, tutti minorenni. Per anni ha subìto violenze, sia psicologiche che fisiche. Nemmeno durante le gravidanze il marito la risparmiava. A scatenare le reazioni dell'uomo, che si trova ora in carcere, sarebbero stati il più delle volte motivi futili come, riportano i media locali, l'acquisto di bianchieria per la casa o di un telefono nuovo. Tra gli episodi venuti a conoscenza degli inquirenti, vi sarebbe anche quello di una punizione inflitta alla moglie perchè si era dimenticata di gettare la spazzattura: in quell'occasione il marito le avrebbe gettato addosso tutto il contenuto della pattumeria. 

LEGGI ANCHE "Non chiamarlo amore": ogni giorno 4 denunce per maltrattamenti in famiglia
LEGGI ANCHE «Aiuto, papà vuole uccidere mamma»: 12 enne chiama i carabinieri e fa arrestare il genitore


Spesso la donna si era vista costretta a far ricorso a visite mediche e, in un caso, fu anche ricoverata per 10 giorni. Ma, ai medici, per molto tempo, la vittima attribuiva le sue evidenti lesioni a semplici incidenti domestici. Fino ad adesso, quando ha trovato il coraggio di denunciare i soprusi del consorte, arrestato sulla base della normativa del Codice Rosso

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA