COVID

De Luca fa il vaccino in diretta e De Magistris lo accusa: «Indegno abuso di potere»

Domenica 27 Dicembre 2020
13
De Luca si vaccina in diretta e De Magistris lo accusa: «Indegno abuso di potere»

Nel vax-day scoppia la polemica a Napoli tra il sindaco Luigi de Magistris e il governatore Vincenzo De Luca. Se in mattinata il presidente della Campania si è vaccinato in diretta («per dare l'esempio: dobbiamo farlo tutti») al Cotugno, arriva subito la reazione del primo cittadino:  «Trovo davvero inqualificabile e indegno l'abuso di potere del Presidente De Luca che approfitta del suo ruolo istituzionale per vaccinarsi quando il vaccino - dichiara De Magistris - nelle prime settimane, deve essere destinato esclusivamente, considerate le pochissime quantità disponibili, a medici, infermieri, operatori sanitari ed anziani. La salute del Presidente De Luca viene purtroppo prima del popolo campano. Si dovrebbe vergognare e chiedere scusa». 

 

De Luca: «Campania resta arancione». Stop al rito dell'aperitivo di Natale: alcolici, vendita vietata dalle 11

Covid, Italia terza per numero di morti in base alla popolazione dopo Belgio e Perù

Le polemiche

«Poi verrà, invece, il momento in cui tutti dovremmo vaccinarci e allora sarà giusto che tutti diano l'esempio, a cominciare da chi ricopre incarichi pubblici ed istituzionali - continua il sindaco di Napoli - Ora non tutti, purtroppo, possono ancora vaccinarsi, mentre De Luca appare come un privilegiato della casta arrogante che abusa strumentalmente, a fini di propaganda, del suo ruolo istituzionale. La sua dose viene purtroppo sottratta a chi opera in prima linea e rischia la vita ogni giorno».

Interviene anche il leader della Lega Matteo Salvini sul suo profilo facebook: «De Luca salta la fila e toglie il vaccino a qualcuno che ne aveva più bisogno». «Medici, infermieri, personale sanitario, forze dell'ordine e persone fragili meritano rispetto e serietà, non politici stile Marchese del Grillo», continua Salvini.

Anche M5S parte all'attacco: «Il Presidente della Regione Campania oggi si è recato all'ospedale Cotugno di Napoli facendosi vaccinare con una delle prime dosi arrivate in Campania. Il vaccino è un atto responsabile che non può essere oggetto di propaganda o di una corsa a chi è il primo politico a vaccinarsi. Stigmatizziamo questa pessima strumentalizzazione: i vaccini, in questa prima fase, sono destinati esclusivamente a medici, infermieri, operatori sanitari e anziani delle Rsa. Il comportamento inaccettabile di De Luca segue l'ennesima minaccia di non riaprire le scuole in Campania il 7 gennaio, in contrasto con le indicazioni degli scienziati», dichiarano i deputati campani del Movimento 5 Stelle in Commissione Affari Sociali alla Camera.

Ultimo aggiornamento: 18:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA