Varese, il titolare chiude la discoteca: «Ragazzi maleducati e ignoranti, stanchi dei loro “zio” e “bro”»

Dopo l'ennesima notte di folla ingestibile il proprietario ha chiuso i cancelli. Lo sfogo sui social è diventato virale

Varese, il titolare chiude la discoteca: siamo saturi della vostra maleducazione e della vostra ignoranza
3 Minuti di Lettura
Martedì 26 Luglio 2022, 11:12 - Ultimo aggiornamento: 15:59

Clienti sempre più maleducati, il titolare chiude il locale. Accade a Varese, dove il Village Summer Disco ha deciso di "prendersi una pausa" dopo l'ennesima notte di folla ingestibile. «Siamo saturi dei vostri litigi, la vostra arroganza, la vostra supponenza, la vostra maleducazione, la vostra mancanza di rispetto per chi lavora» è lo sfogo del titolare Daniele Lamperti, 45 anni, sulla pagina Facebook del locale. Il post è diventato virale con oltre 1000 mi piace e centinaia di condivisioni. 

«Siamo stanchi della vostra maleducazione»

La decisione di chiudere per qualche giorno è stata presa dal titolare dopo la notte di venerdì scorso, con le solite parole di troppo e la volante che a tarda notte interviene senza trovare nulla. Il giorno dopo i cancelli del locale sono rimasti chiusi, con grande sorpresa degli avventori abituali del locale. Poi è arrivata la spiegazione del titolare del locale che ha colto l'occasione per per togliersi qualche sassolino dalla scarpa: «Al di là di qualsiasi vostra deduzione, interpretazione o invenzione non abbiamo chiuso perché ci mancano i permessi, perché ci hanno fatto chiudere, perché è successo qualcosa di irreparabile o perché non funziona l'impianto o per problemi tecnici ma perché ci avete rotto». E ha proseguito, perché «siamo saturi delle vostre attese al cancello per ore aspettando uno sguardo amico per non pagare, per bere gratis, siamo stufi del vostro 'fammi il drink carico. Siamo esausti dei vostri documenti falsi, quelli sul telefono, le vostre denunce di smarrimento, i vostri sono amico di…». 

 

Sotto al post decine di commenti che danno ragione al titolare, e anche qualche critica per la decisione. Tuttavia Lamperti ha chiarito che non sarà una chiusura definitiva:  «Abbiamo scelto di chiudere perché ci eravamo e ci siamo stancati della situazione che da tempo viviamo ogni serata, chiamati a fare i conti con persone sempre più irrispettose del nostro lavoro e che non hanno più nessuna regola».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA