Vaccino Covid, Asl La Spezia include omosessuali tra soggetti «a rischio». Toti: ministero indica così

Covid, la denuncia di Sansa: omosessuali considerati «soggetti con comportamenti a rischio» nei moduli della Asl ligure
4 Minuti di Lettura
Giovedì 11 Febbraio 2021, 14:09 - Ultimo aggiornamento: 19:57

Scoppia il caso relativo alle linee guida per le vaccinazioni. È lo stesso Ministero della Salute nelle sue linee guida ad «aver incluso gli omosessuali tra i 'soggetti con fattori di rischio' per le priorità delle vaccinazioni anti covid». Lo riferisce il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti dopo una prima indagine interna della Asl. «È emerso che l'errore deriva dal copia-incolla delle linee guida ministeriali. Ovviamente questo moltiplica lo sbaglio, certamente non lo cancella. Altrettanto ovviamente consolida il mio giudizio circa la incapacità, insipienza, malafede di certa opposizione in Regione che pur di sparare fango non si premura di accertarsi e approfondire».





 

Nei moduli predisposti dall'Asl 5 di La Spezia per accedere alla vaccinazione anti Covid gli omosessuali sono considerati «soggetti con comportamenti a rischio come tossicodipendenti e soggetti dediti alla prostituzione». Lo denuncia il capogruppo in Consiglio regionale della Liguria Ferruccio Sansa in un post Facebook. «Un nostro amico ha chiesto all'Asl5 spezzina un modulo per accedere al vaccino anti covid-19. Nel documento che gli è stato fornito vengono elencate 30 categorie di persone. Tra i soggetti con "comportamenti a rischio", al punto numero 10, sono stati inseriti anche gli omosessuali insieme a tossicodipendenti e ai "soggetti dediti alla prostituzione"». Con queste parole arriva la denuncia di Sansa nel post in cui allega anche la foto del modulo.

🔴 VACCINO COVID: PER L'ASL5 GLI OMOSESSUALI SONO SOGGETTI CON "COMPORTAMENTO A RISCHIO" (come tossicodipendenti e...

Posted by Ferruccio Sansa on Thursday, 11 February 2021

Elezioni regionali Liguria, chi è Ferruccio Sansa

«Ci augureremmo che fosse un fake. Per questo abbiamo cercato di chiedere informazioni all'Asl5: dopo 13 telefonate senza risposta - compresi l'ufficio relazioni con il pubblico e il servizio covid-19 - finalmente l'ufficio igiene pubblica e vaccinazioni ci ha risposto: "Sì, conosciamo quel foglio, ma l'ha fatto un altro ufficio" - racconta Sansa - Chiediamo alla Regione, ad Alisa e all'Asl5 come sia stato possibile inserire - senza la benché minima evidenza scientifica - l'essere omosessuali nelle categorie di comportamenti a rischio».

Le scuse dell'Asl

«Mi scuso per l'errore con la comunità Rainbow ligure», la replica del direttore generale dell'Asl5 Paolo Cavagnaro, contattato dall'ANSA. Il numero uno dell'azienda sanitaria spezzina ha così risposto alla richiesta di spiegazioni sul modulo per le vaccinazioni Covid, nel quale si equiparavano omosessualità, prostituzione e tossicodipendenza alle categorie a rischio.

 

La condanna di Toti

Il presidente e assessore alla Sanità della Liguria Giovanni Toti «stigmatizza e condanna fermamente quanto accaduto in Asl5, in relazione alla comunicazione, fortemente discriminatoria, per l'accesso alla fase2 della campagna di vaccinazione anti Covid-19». Si legge in una nota. «Si tratta di un errore inaccettabile» e per questo il presidente Toti «ha dato immediatamente mandato alla Asl5 di ritirare la comunicazione e agli uffici di avviare sun'indagine per individuare le responsabilità e adottare provvedimenti disciplinari». «Asl5 si scusa a nome dell'intera sanità ligure con tutti i cittadini che si siano sentiti offesi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA