Vaccini in Italia, i nuovi dati: due dosi solo all'1,62% della fascia 70-79 anni

Vaccini in Italia, due dosi solo all'1,62% della fascia 70-79 anni
3 Minuti di Lettura
Venerdì 26 Marzo 2021, 16:17

Il Governo ha pubblicato il nuovo report con i dati della campagna vaccinale: in Italia solo l'1,62% della fascia 70-79 anni ha ricevuto due dosi di vaccino, pari a 96.312 persone. La prima somministrazione in questa fascia invece l'ha ricevuta il 5,64% del totale (352-227 persone). La regione più virtuosa in questo senso è la Valle d'Aosta con il 2,76%, la peggiore la Campania con lo 0,99%.

Per quanto riguarda la fascia degli over 80, in Italia ci sono otto regioni in cui è stato vaccinato (con due dosi) meno del 20% degli ultraottantenni: sono la Sardegna (6,32%), la Toscana (10,47%), la Calabria (13,03%), l'Umbria (16,57%), la Lombardia e Puglia (17,28%), la Sicilia (17,86%) e l'Abruzzo (18,49). I più veloci sono la Provincia autonoma di Trento con il 41,37% degli over 80 vaccinati e la Provincia autonoma di Bolzano (35,73%). Tra le regioni la migliore è la Basilicata con il 34,88%, poi l'Emilia Romagna con il 30,18%. Il Lazio è al 27,56%, il Veneto al 21,03%, il Piemonte al 21,97%.

Scuola, due dosi solo allo 0,87% del personale

Capitolo scuola: in Italia sono stati finora vaccinati con due dosi 5.599 componenti del personale scolastico, pari ad appena lo 0,87% del totale. Ad aver ricevuto la prima dose in questa categoria sono stati invece 874.810 soggetti, pari al 56,56% del totale. La Valle d'Aosta è riuscita a vaccinare con richiamo il 12,60% del personale scolastico, mentre tutte le altre regioni non arrivano neanche all'1%, tranne la Campania che ha vaccinato l'1,02% del totale.

 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA