CORONAVIRUS

Coronavirus, in Umbria donna in isolamento: boom di chiamate al numero verde

Sabato 22 Febbraio 2020
Coronavirus, un caso sospetto in Umbria: donna in isolamento

Un caso «sospetto» legato al coronavirus è stato segnalato in Umbria. Lo ha reso noto la Regione al termine della riunione della task force che si è tenuta al centro di protezione civile di Foligno. Si tratta - è stato spiegato - di un caso «da subito monitorato dai servizi sanitari territoriali». Riguarda un soggetto, ora in isolamento, ospitato in una piccola struttura ricettiva umbra.

Coronavirus, a Schiavonia 450 persone isolate in ospedale

Coronavirus: rinviata in serie B, Ascoli-Cremonese per mancanza di misure preventive

Non presentano profili di criticità le condizioni della paziente sospetta, una donna. Lo ha detto l'assessore regionale alla Sanità Luca Coletto. «Viene monitorata e non ci sono attualmente motivi di preoccupazione» ha aggiunto. La paziente - isolata in un reparto di degenza ordinaria - è stata sottoposta ai tamponi e i risultati sono attesi nelle prossime ore. «Domani avremo l'esito definitivo - ha spiegato Coletto - ma non c'è motivo di preoccuparsi. Si tratta solo di misure di prevenzione». L'assessore ha sottolineato che il caso umbro è stato trattato «come tutti gli altri sospetti in Italia, secondo un protocollo standard».

Negativo test su «sospetto» in Umbria. Ha dato esito negativo il primo test per il coronavirus eseguito su una donna inizialmente considerato come caso «sospetto» in Umbria. Lo ha appreso l'ANSA. L'esame sarà ripetuto nei prossimi giorni ma il risultato ha escluso il rischio di contagio.

La direzione Sanità della Regione Umbria ha quindi comunicato che «l'esito del primo test sul paziente non umbro, che era ospite in una struttura ricettiva della regione, è negativo». «Come da protocollo - si legge in una nota diffusa dalla stessa Regione -, sarà effettuato un secondo test». La donna si trova ricoverata, in isolamento, in ospedale in un reparto di degenza ordinaria con «sintomi respiratori». Le sue condizioni non destano comunque preoccupazioni.
 

 

Boom di chiamate al numero verde. Sono state 80 le chiamate ricevute nella giornata di sabato dagli operatori del numero verde attivato dalla Regione Umbria (800636363) per i cittadini che hanno la necessità di avere notizie sulle modalità di contagio da coronavirus e sulle misure da adottare anche a scopo di prevenzione. A differenza degli altri giorni nei quali le chiamate in media non avevano superato le dieci, dopo le notizie dei casi accertati in altre regioni e di uno «sospetto» da verificare sul territorio regionale, gli operatori hanno registrato un'impennata. Arrivano prevalentemente dall' Umbria con la richiesta di notizie sul caso sospetto e sulla tempistica del risultato delle analisi di laboratorio per accertare il reale contagio. La Regione ha reso noto che è stato deciso di potenziare, a partire dalla prossima settimana, il numero di operatori con competenze sanitarie che risponderanno al numero verde.

Ultimo aggiornamento: 22:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA