Tumori, la prevenzione viaggia in treno: torna l'iniziativa dei consulti a bordo dei Frecciarosa

La presentazione dell'iniziativa Frecciarosa con il ministro della Salute Roberto Speranza (al centro fra le bandiere)
2 Minuti di Lettura
Giovedì 30 Settembre 2021, 17:15

Più del 90% delle donne con tumore del seno, scoperto in fase precoce, guarisce. Merito della
prevenzione. Per spiegare l'importanza dei controlli e dei successi nella lotta al cancro, riparte l'undicesima edizione di "Frecciarosa", progetto promosso da IncontraDonna con il Gruppo Fs Italiane, con il patrocinio della presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero della Salute e il sostegno dell'Aiom, l'Associazione italiana di oncologia medica e di Farmindustria.

Per tutto il mese di ottobre tornano i consulti a bordo dei treni ad alta velocità, regionali e nei Freccialounge delle stazioni. In più, proseguiranno i teleconsulti online sulla piattaforma frecciarosa.it, dove sarà possibile scaricare anche un vademecum. «Nel 2020, in Italia, sono state stimate quasi 55mila nuove diagnosi di tumore della mammella, la neoplasia in assoluto più frequente in tutta la popolazione», dice Adriana Bonifacino, presidente di IncontraDonna onlus. 

Per il ministro della Salute Roberto Speranza, «il progetto "Frecciarosa" rappresenta un'iniziativa di grande valore perché porta la cultura della prevenzione più vicino alle persone». «In dieci anni Frecciarosa ha permesso a migliaia di donne e uomini di ricevere, a bordo treno o nelle sale dedicate ai viaggiatori, visite e informazioni mediche sui corretti stili di vita», commenta Luigi Corradi, amministratore delegato e direttore generale di Trenitalia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA