Trivulzio, nuovi indagati tra i responsabili della struttura

Trivulzio, nuovi indagati tra i responsabili della struttura
di Claudia Gusco
2 Minuti di Lettura
Venerdì 24 Aprile 2020, 11:25 - Ultimo aggiornamento: 16:16

MILANO Nuovi indagati nell’inchiesta per epidemia colposa e omicidio colposo al Pio Albergo Trivulzio. I pm di Milano coordinati dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano hanno proceduto all’iscrizione di altre figure di vertice della struttura per anziani nella quale da metà marzo sono morti oltre 200 degenti.

LEGGI ANCHE Trivulzio, pazienti spostati: rischio contagio coronavirus in cardiologia

DIRETTIVE
I mgistrati stanno lavorando in queste ore soprattutto alla ricostruzione della catena delle disposizioni, indicazioni, comunicazioni tra Regione Lombardia, Ats (ex Asl) e singole strutture, per accertare chi abbia preso le decisioni, come sono state interpretate e applicate. Un lavoro lungo di incrocio di tutti i documenti (anche mail e messaggi) raccolti negli ultimi giorni nel corso delle perquisizioni ed acquisizioni (compresi gli uffici della Regione e dell'Ats di Milano) effettuate dal Nucleo di polizia economico finanziaria della dguardia di finanza.

LEGGI ANCHE Coronavirus Trivulzio, malati di polmonite prelevati dagli altri ospedali: così si è attivato il focolaio

Un' attività, come è stato chiarito, che servirà alla Procura per avere un quadro preciso sull'operato di Regione, Ats e Rsa in relazione ai vari fronti aperti: l'uso delle mascherine, l'effettuazione dei tamponi, la possibilità di ingresso dei parenti nelle strutture, il trasferimento dei pazienti dagli ospedali nelle Rsa, gli spostamenti interni dei malati tra i reparti, l'uscita di malati verso gli ospedali, le disposizioni al personale. In più, il pool di pm ha disposto un monitoraggio costante con acquisizioni di dati delle morti che aumentano di giorno in giorno nelle varie residenze, con più di 20 fascicoli aperti.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA