Trieste, i due poliziotti uccisi avevano dissuaso un minorenne dal suicidio

Domenica 6 Ottobre 2019

Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, i due agenti uccisi a Trieste, una settimana fa avevano dissuaso un minorenne dal suicidarsi. A renderlo noto è stato il questore Giuseppe Petronzi in una breve intervista al TgR Friuli Venezia Giulia.

Trieste, su Fb il post commovente del padre di Matteo Demenego: ciao mio eroe, ora sei il nostro angelo custode
Chef Rubio, Rita Dalla Chiesa lo accusa: «Vergognati, sapessi almeno cucinare»
Poliziotti uccisi a Trieste, il messaggio dell'amica di Matteo: «Penseremo noi alla tua principessa»

Al giornalista Antonio Di Bartolomeo, Petronzi ha rivelato l'intervento che, all'epoca, proprio per la delicatezza del fatto, non era stato reso noto. Petronzi ha raccontato della segnalazione di un ragazzo su un ponte impegnato in «un'azione inequivocabilmente» tesa a compiere un gesto estremo e che Rotta e Demenego «sono stati estremamente reattivi» manifestando nei confronti del quindicenne una «estrema delicatezza». Dapprima gli hanno parlato poi sono riusciti ad avvicinarlo e a dissuaderlo.

Ultimo aggiornamento: 09:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma