Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Trieste, 664 scritte sui muri: due ragazzi dovranno pagare 3 mila euro per ognuna

Per individuare i due ragazzi ci sono voluti dieci mesi di indagini della Polizia locale tra Trieste e Muggia

Trieste, denunciati due writers vandali: oltre 600 scritte in tutta la città, 3mila euro di multa per ognuna
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 17 Agosto 2022, 16:58 - Ultimo aggiornamento: 17:25

Monumenti, case private, pensiline del bus. Erano questi i bersagli preferiti dei due giovani writers che avevano "preso d'assedioTrieste e Muggia. I due ragazzi di 21 e 23 anni sono stati denunciati e multati dopo un'indagine durata 10 mesi condotta dal Nucleo Interventi Speciali della Polizia locale di Trieste con la Polizia locale di Muggia e coordinate dalla Procura di Trieste. 

Autori di 664 scritte, incastrati dai social 

Secondo quanto riscontrato dagli agenti, anche con la raccolta di testimonianze e l'analisi dei social media, i due giovani sarebbero stati autori di 664 imbrattamenti, di cui quasi 500 a Trieste e la parte restante a Muggia. Durante una perquisizione delle abitazioni sono stati acquisiti e posti sotto sequestro anche nuovi elementi di prova, come ad esempio materiale per disegnare e centinaia di bozzetti utili per perfezionare lo stile e la velocità di esecuzione.

Indagini come questa, sono piuttosto complesse: richiedono una profonda conoscenza delle dinamiche di questi individui e dei loro gruppi; la documentazione e la geolocalizzazione delle scritte che di solito sono associate ad una persona sola; la raccolta delle testimonianze; la visione dei filmati; il monitoraggio dei luoghi di aggregazione giovanile; e il passare al setaccio i social media, canale privilegiato per far mostra di sé ed ottenere credito nel gruppo, pubblicando le proprie imprese. 

Il Nucleo si occupa da anni di questo aspetto del degrado urbano e talvolta un'indagine porta a quella successiva. Lo scorso anno sono state segnalate 18 persone e altre 8 nella prima metà del 2022.

Multe salate: 3mila euro ogni scritta

Il Regolamento comunale di polizia urbana di Trieste prevede una sanzione di 3000 euro per ogni scritta rilevata, quello per la Gestione dei rifiuti 300 euro per ogni imbrattamento su bottini o altri supporti.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA