Treviso, casa saccheggiata due volte in 15 giorni: rubati tutti i gioielli di 25 anni di matrimonio

Francesco Colaianni e la moglie, titolari del Mardivino, e vittime dei ladri
3 Minuti di Lettura
Lunedì 14 Febbraio 2022, 09:26

TREVISO - Due furti in casa in due settimane. A Francesco Colaianni e alle moglie, titolare del ristorante Mardivino, non rimane più nulla: l'incasso locale, i gioielli di 25 anni di matrimonio. Tutto rubato. Resta solo l'amarezza: «Siamo devastati». Insieme ai vicini di via Alberti e della zona del Parco Ducale, a Santa Maria del Sile, ha deciso di affidarsi alla vigilanza privata: pagano un vigilante così da scongiurare altri furti. L'ultimo colpo risale a venerdì sera. L'alert gli è arrivato attorno alle 20 mentre lui e la moglie stavano lavorando al ristorante. Si è precipitato a casa. Giusto in tempo per veder scappare i malviventi: erano in due e si sono dileguati a piedi. Così alla coppia non è rimasto altro che chiamare la polizia.

Roma, omicidio ad Acilia: uomo ucciso per strada con 5 colpi di pistola

STESSO COPIONE

Due settimane prima era successa la stessa cosa: finestre forzate, contanti e gioielli spariti. Come se i ladri fossero tornati a finire il lavoro. «Sono spaventato. Mi sono trasferito qui da Bari più di 30 anni fa e potevo lasciare la macchina aperta. Adesso è impensabile». La paura di finire nel mirino anche una terza volta è tangibile. Così lo chef sta pensando alle contromisure: altri allarmi, telecamere perimetrali e una colletta organizzata insieme ai vicini per pagare una guardia giurata che vigili nelle ore notturne.

CONEGLIANO NEL MIRINO

Allarme furti anche a Conegliano. La città del Cima continua a essere terreno di caccia per i ladri. Dopo i raid dei giorni scorsi nel quartiere signorile di Parco Rocca e viale Gorizia, a finire nel mirino, sabato sera, è il quartiere di Parè. Due le abitazioni prese di mira dai topi d'appartamento: una in via Caviglia tra le 21 e le 22, l'altra in via Vecchia Trevigiana, poco dopo le 22.30. In un caso i malviventi sono scappati con contanti e qualche orologio, nel secondo caso invece non è ancora chiaro se e che cosa sia stato trafugato. I due colpi potrebbero essere opera della stessa banda: saranno le indagini di polizia e carabinieri a fare chiarezza. Il copione seguito è sempre lo stesso: i ladri approfittano dell'assenza dei padroni di casa per scavalcare il cancello e forzare gli infissi. Una volta all'interno dell'abitazione, rovistano in tutte le stanze alla ricerca di contanti, oro, gioielli e altri preziosi. Poi scappano prima dell'arrivo delle forze dell'ordine. L'allerta in città è alta vista la raffica di furti delle ultime settimane. Uno dei quartieri messi più a dura prova è Parco Rocca, nella zona centrale a ovest del Castello. L'ultimo raid una settimana fa verso le 20.30, quando i residenti di un'abitazione affacciata su viale Gorizia sono tornati a casa e l'hanno trovata sottosopra. i residenti avevano anche appeso cartelli per mettere in guardia i vicini. (mep)

© RIPRODUZIONE RISERVATA