Treno fermo ore al caldo tra Ancona e Piacenza per un incendio, i passeggeri rompono i finestrini

Treno fermo ore al caldo tra Ancona e Piacenza, i passeggeri rompono i finestrini
3 Minuti di Lettura
Domenica 15 Agosto 2021, 15:27 - Ultimo aggiornamento: 19:22

Senza vestiti e sull'orlo della disperazione alcuni passeggeri hanno rotto i finestirni di emergenza per respirare, dopo che da ore erano fermi bloccati a bordo di un treno nei pressi di Bologna che collega Ancona e Piacenza, con il sistema di aria condizionata guasto. È accaduto ieri pomeriggio nella linea ferroviaria che collega i due capoluoghi di provincia. La linea è stata bloccata per molte ore, fino alle 21:15 di ieri, a causa di un incendio vicino ai binari.

A bordo, come testimoniato dalle immagini, decine e decine di passeggeri di ogni età che in preda alla disperazione, dopo ore e ore di attesa, hanno deciso di utilizzare i martelletti di emergenza e rompere i finestirni per poter respirare. Sempre osservado il video a disposizione, diffuso online, pare che il convoglio sia rimasto fermo in mezzo a una zona rurale.

L'incendio all'infrastruttura

All'orignie del guasto che ha portato allo stop del treno per circa cinque ore un incendio nella zna di Mirandola-Ozzano, alle porte di Bologna. Le fiamme che hanno inizato ad ardere intorno alle 17:30, hanno coinvolto direttamente l'infrastruttura ferroviaria elettrica che alimentava il convoglio, in quel momento già partito dalla stazione di Ancona.

Il blocco della circolazione ferroviaria è stato imposto pochi minuti dopo l'allarme dell'incendio, poi alle 18:20 è stata riavviata la circolazione, ma solo in direzione sud, itinerario opposto rispetto a quello del convoglio diretto a Piacenza.

Luce e portelloni funzionanti, ma non l'aria condizionata

È stata quindi disalimentatta a causa delle fiamme per un ampio tratto costringendo il treno ad autoalimentarsi con le proprie batterie. Luce e portelloni sono quindi riusciti a rimanere funzionanti, non l'aria condizionata che dal momento del guasto non ha potuto più funzionare.

Le parole di Fs

«Purtroppo il treno era già sulla linea al momento del guasto, ma appena è stato possibile abbiamo provveduto a trainarlo alla stazione di Bologna», spiega al Messaggero l'ufficio stampa di Ferrovie dello Stato. «Arivati a Bologna i passegri hanno trovato immediamentente un treno funzionante e con l'aria condizionata che gli ha consentito di proseguire il viaggio - continua -. Per tutti gli altri, che avevano perso coincidenze o che non erano comunque diretti a Piacenza, abbiamo disposto bus, taxi per consentirre loro di arrivare a destinazione». «A tutti e 700 passeggeri circa, che erano a bordo del treno regionale, appena giunti a Bologna, abbiamo distrubuito acqua e generi di conforto», conclude l'ufficio stampa.

Trasporti, Trenitalia: in arrivo quattro nuovi Intercity per la Liguria

Bologna e Rimini, treni fermi per un incendio: migliaia di passeggeri bloccati. L'elenco di ritardi e cancellazioni

© RIPRODUZIONE RISERVATA