MILANO

Terremoto a Piacenza di 4.2, avvertito da Milano a Genova. Molte repliche, la più forte di 3.5

Giovedì 16 Aprile 2020
1
Terremoto a Piacenza di 4.2, avvertito da Milano a Genova. Molte repliche, la più forte di 3.5

Terremoto, una scossa piuttosto forte è stata avvertita alle 11.42 in provincia di Piacenza. L'Ingv ha rilevato una magnitudo di 4.2. I comuni più vicini all'epicentro della scossa, a profondità di soli 3 chilometri, sono stati Cerignale, Ottone e Ferriere. Il terremoto è stato avvertito in una vasta area, da Milano a Pisa, Alessandria e persino a Genova con grande allarme sui social network. Non si hanno notizie per ora di danni a persone o cose. Già ieri sera intorno alle 22 c'era stata un'altra scossa in provincia, magnitudo 3.5, a Ferriere.

Terremoto di magnitudo 3.5 ieri sera fra Piacenza e Parma

Molte repliche. Nuove scosse di terremoto sono state registrate dall'Ingv nella provincia di Piacenza dopo quella più forte di magnitudo 4.2 delle ore 11.42. Alle ore 12.29 una scossa di magnitudo 2 è stata localizzata vicino Corte Brugnatella, Cerignale e Coli; alle ore 12.53 è stata registrata un'altra scossa, di magnitudo 2.6, con epicentro vicino agli stessi comuni. Alle ore 13.16 un'altra scossa, in questo caso di magnitudo 3.5, è stata localizzata, a una profondità di otto chilometri, vicino ai comuni di Cerignale, Corte Brugnatella e Ferriere.

Lievissimi danni. «Da un primo esame non rileviamo danni particolari, né ci risultano persone ferite. Poi faremo una verifica più puntuale». Lo spiega il sindaco di Cerignale, Massimo Castelli, dopo la scossa di terremoto di magnitudo 4.2 delle 12.42. «L'abbiamo percepita come una scossa fortissima - prosegue - ma che è durata pochi secondi e questo ha impedito danni importanti. Credo che sia una delle più forti in assoluto che ci sia mai stata in questo territorio». La Protezione civile nazionale si è messa in contatto con le strutture locali del Servizio nazionale della protezione civile. L'epicentro è stato tra le località di Cerignale, Ottone e Ferriere. Dalle segnalazioni risultano solo alcuni cornicioni caduti ma nessun danno di rilievo e feriti.
 

Terremoto a Nusco di 3.3, paura in tutta la provincia di Avellino

Spavento a Cerignale. «Uno spavento enorme. Una sensazione bruttissima, e già lo stato d'animo non è dei migliori. Si somma sconforto a sconforto». Il sindaco del comune piacentino di Cerignale racconta all'ANSA quanto vissuto durante il terremoto, in uno dei territori più colpito dal coronavirus. La scossa, che non avrebbe fatto danni, ha trovato gran parte delle persone in casa «e ha fatto saltare per un qualche momento tutti i meccanismi. Io sono uscito con i pochi dipendenti, per forza di cose per un momento il virus è passato in secondo piano». 

Roma, incidente alla Balduina: travolta da un'auto mentre è in fila in strada alle Poste

Grande allarme sui social network. Twitter invaso di commenti di cittadini che hanno sentito chiaramente il terremoto delle 11.42. Anche a Genova la scopssa è stata avvertita distintamente.
 

 

Ultimo aggiornamento: 13:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA