Truffa al Telepass: passa 99 volte senza pagare un euro di pedaggio. Ecco come faceva

Martedì 26 Novembre 2019
3
​Beffa al Telepass: In autostrada 99 volte senza pagare un euro di pedaggio

LONGARONE (BELLUNO) - Per novantanove volte sarebbe riuscito a beffare la sbarra del Telepass ma ora alla sbarra c'è finito lui: Christopher Aleo, originario della Svizzera ma residente in Bulgaria. L'uomo deve infatti rispondere di insolvenza fraudolenta. La società Autostrade gli contesta di non aver pagato un conto da ottomila euro. Le uscite dal nastro autostradale sarebbero avvenute tutto con lo stesso sistema, sfrecciando in scia ad automobili che transitavano nella corsia riservata al pagamento con il Telepass.

Il pubblico ministero, nel corso dell'udienza preliminare, aveva chiesto il proscioglimento, sostenendo che si trattasse di un illecito e non di un reato. Il Gup ha comunque deciso per il rinvio a giudizio e ieri mattina si è aperto il dibattimento. Immediatamente però il procedimento ha subito uno stop per problemi di notifica. L'uomo, infatti, risulta residente in Bulgaria ma se ha ricevuto l'avviso di chiusura indagini con la richiesta di archiviazione, che gli è stata notificata a mano, non ha mai ricevuto la comunicazione per l'udienza di opposizione all'archiviazione, né quella che gli comunicava l'avvio del dibattimento. Il giudice, ieri mattina, ha quindi disposto di procedere con la convenzione di Bruxelles che prevede la notifica a mano degli atti giudiziari.

LA DIFESA
La difesa con l'avvocato Pierangelo Conte punterà, chiaramente, sulla questione di competenza territoriale. Perché il processo è stato incardinato a Belluno? È avvenuta qui la prima o l'ultima violazione, è avvenuto in questa provincia il maggior numero di passaggi? Una questione preliminare non di poco conto e potrebbe non essere l'unica. L'auto, infatti, non è mai stata fermata tranne una volta. Al momento non è dato a sapere chi ci fosse al volante. La responsabilità penale è però personale, come si può dimostrare che ci fosse veramente l'imputato a guidare quell'auto che si metteva in scia agli altri veicoli per beffare la sbarra Telepass? Se ne riparlerà il 3 di dicembre. Sempre che nel frattempo si riesca a far recapitare all'uomo l'invito a comparire in tribunale. In alternativa toccherà al magistrato decidere come procedere. Nel frattempo il procedimento, istruito due anni fa, procede. Certo non a passo spedito come quando un'auto riesce a beffare la sbarra del Telepass accodandosi a qualcuno che paga il pedaggio.

A.Zam.

Ultimo aggiornamento: 13:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA