Getta la figlia dal balcone, il 49enne in lacrime all'interrogatorio: «Voglio rivedere i miei bambini»

Mercoledì 10 Ottobre 2018

Si è presentato in lacrime all'interrogatorio di garanzia nel carcere di Taranto il 49 enne che domenica ha accoltellato il figlio 14enne e scaraventato giù dal terzo piano la figlia di sei anni, ora in gravissime condizioni. Assistito da un legale di fiducia dopo la rinuncia dell'avvocato Cervellera che lo aveva già difeso in passato, l'uomo si è avvalso della facoltà di non rispondere ma ha implorato il gip Incalza e il pm Di Tursi, che hanno tenuto l'udienza, di fargli vedere i due figli contro i quali si era scagliato domenica scorsa tentando di ucciderli.

LEGGI ANCHE Colpo di scena: il legale si rifiuta di difendere l'uomo che ha buttato dal terzo piano la figlia
LEGGI ANCHE Lancia la figlia nel vuoto, le parole del papà all'ex compagna: «Oggi faccio una strage»

 

 

Ultimo aggiornamento: 16:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Whatsapp parla chiaro: studenti on line in classe

di Raffaella Troili