Studentessa si pugnalò più volte alla gola e all'addome: morta dopo sei giorni di agonia

Martedì 7 Maggio 2019
Studentessa si pugnalò più volte alla gola e all'addome: morta dopo sei giorni di agonia

Alla base di un gesto, definito dagli inquirenti, disperato, presumibili motivi riconducibili a crisi depressive. È morta la studentessa universitaria di 25 anni di Fisciano (Salerno) che il primo maggio scorso ha cercato di farla finita pugnalandosi più volte, colpendosi alla gola e all'addome. La giovane, che frequentava la facoltà di Medicina all'Università degli studi di Salerno, fu trovata da un familiare che allertò prontamente il 118. La ragazza venne operata dai medici dell'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno, ma le sue condizioni cliniche furono subito dichiarate molto complicate.

Il prof sequestra i telefonini, studentessa 12enne in gita a Venezia si getta dalla finestra

Ultimo aggiornamento: 19:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Viaggiare da soli? “Un sacco bello”. Anche senza andare in Polonia

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma