Jesi, paura in discoteca: spruzzato spray urticante, quattro ragazze in ospedale

Domenica 17 Novembre 2019
Jesi, 4 ragazze fuggono dalla discoteca: ricoverate in ospedale per lo spray urticante

JESI - Bruciore agli occhi, alla gola e difficoltà a respirare, poi quel prurito forte al viso, al collo, alle spalle. E la tosse, stizzosa, forte, che non si placava neanche uscendo all’esterno, all’aria aperta. Attimi di paura nella serata di venerdì per un gruppetto di amiche - tutte dai 20 ai 25 anni residenti in vari centri della regione - che si erano ritrovate per far serata e andare a ballare in una discoteca della provincia. Improvvisamente, verso le 2,15 le ragazze che si trovavano in un angolo della pista, hanno accusato il bruciore agli occhi e alla gola, non riuscivano più a respirare. Sono così andate fuori dal locale, ma neanche il freddo dell’aria notturna è riuscito a calmare quella tosse secca.

Milano, spray al peperoncino nella discoteca Hollywood: panico tra i ragazzi, 2 feriti e 2 intossicati
Roma, donna aggredita con spray urticante e coltello: arrestato un 51enne

Hanno così deciso di andare al pronto soccorso dell’ospedale Carlo Urbani. Ci sono andate autonomamente, con la macchina di una delle quattro. Sono state visitate, poi sottoposte a trattamento per le intossicazioni da spray urticante. È stato somministrato loro un trattamento farmacologico a base di cortisone e aerosol per liberare i bronchi, visto che tutte avevano una tosse secca e fortissima, oltre ai sintomi classici dell’intossicazione da sostanza urticante: bruciore agli occhi e alla gola, prurito al viso e al collo, difficoltà respiratoria. Dopo essere state medicate e sottoposte alla terapia, verso le 6 del mattino sono state dimesse. Le loro condizioni erano migliorate. In pronto soccorso hanno riferito della disavventura agli agenti del Commissariato di Jesi, raccontando che mentre stavano ballando hanno improvvisamente avvertito un forte odore come di bruciato. Hanno avuto l’impressione che qualcuno avesse spruzzato qualcosa in aria, nella parte di locale dove stavano ballando, poi hanno iniziato a stare male e si sono spaventate, tanto da correre in ospedale. Non solo loro ma anche altri ragazzi avevano avuto gli stessi sintomi.

Ultimo aggiornamento: 13:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma