Salvi i tre speleologi dispersi a Pian del Tivano: le loro condizioni non destano preoccupazioni

Lunedì 8 Giugno 2020
Tre speleologi dispersi a Pian del Tivano, stavano esplorando una grotta con un gruppo

Paura rientrata per 3 speleologi dispersi in mattinata al Pian del Tivano, zona verde nel comasco. Facevano parte di una comitiva di sei persone che ieri ha iniziato l'esplorazione di una grotta. Poco prima delle 11 è scattata la richiesta di soccorso e sul posto sono presenti ora il Soccorso Alpino Speleologico, l'Areu, i Vigili del fuoco e i Carabinieri. Sono stati rintracciati intorno alle 13 e sono in buone condizioni i tre speleologi dati per dispersi in una grotta nel comasco, al Pian del Tivano. Uno dei tre è già uscito poco fa dalla grotta, i due compagni stanno lentamente risalendo verso l'uscita. Le loro condizioni non destano preoccupazioni. Ne dà notizia il Soccorso Alpino e Speleologico, che è sul posto e sta monitorando la situazione. I tre facevano parte di un gruppo di sei speleologi, e ieri si erano allontanati da un campo base in cavità a quota -260 metri, senza più fare ritorno. Non è escluso che causa delle forti piogge siano rimasti bloccati dai torrenti sotterranei.

Circeo, ecco la grotta "segreta" di Ulisse descritta nell'Odissea: identificata dagli speleologi

Il sistema di grotte sotto il Pian del Tivano, di origine carsica, a mille metri di quota nell'area del Triangolo lariano, è il più lungo d'Italia e arriva a circa 60 km di sviluppo tra grotte e cunicoli, accessibili solamente a speleologi attrezzati. Da sempre la zona tra i rami di Como e di Lecco del Lario, tra i Comuni di Sormano e Zelbio, sotto le pendici del monte San Primo, è per questo una meta molto frequentata dagli esperti e dagli appassionati di speleologia.

Ultimo aggiornamento: 13:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA