Morricone e Verdone: sinfonia per il Natale di Roma. "Restiamo per ribellarci al declino"

Sabato 20 Aprile 2019
Un'ora di dialogo su Roma, con l'emozione sincera del maestro Morricone, due volte premio Oscar, nel suo appello a ribellarsi al degrado e rivendicare il fatto "di non aver lasciato Roma neanche per Hollywood". Respighi e il fischio di Morricone, le immagini più belle evocate da Carlo Verdone, che il maestro tenne a battesimo proprio 40 anni fa. Una sinfonia per immagini e suoni che i due artisti compongono: ricordi e immagini vivide sui momenti belli a cui ispirarsi per uscire dal degrado e da un amore dei romani "molto vantato e poco messo in pratica", dice Verdone. E l'emozione di Morricone che recita una poesia di De Chiara e chiama alla ri-fondazione a 2772 anni da Romolo. Un documento esclusivo e molto emozionante tra due giganti della romanità, emozionati fino alle lacrime, simboli in Italia e nel mondo dell'eccellenza della città, che pretendono uno sforzo della politica e della gente comune per rifare Roma bella e degna della sua storia.
Il dialogo su Roma è registrato da Alvaro Moretti e Gloria Satta, riprese di Paolo Caprioli (Ag. Toiati) Ultimo aggiornamento: 21 Aprile, 08:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Fermiamo i furti di cani». L’appello social dei padroni

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma