Simone De Luigi, il 18enne morto in un incidente a Rimini era un promessa del tennis. «Ci mancherai»

Il giovane aveva fatto parte della Nazionale sammarinese in due edizioni di Coppa Davis, tra cui quella di quattro settimane fa a Baku, in Azerbaijan

Simone De Luigi, il 18enne morto in un incidente a Rimini era un promessa del tennis. «Ci mancherai»
2 Minuti di Lettura
Lunedì 22 Agosto 2022, 20:07 - Ultimo aggiornamento: 20:14

Simone De Luigi, il ragazzo di 18 anni morto nella notte in un incidente stradale a Viserba di Rimini, era una giovane promessa del tennis italiano. Simone era alla guida del suo scooter quando si è scontrato con una vettura, una Mini Cooper. Secondo le prime ricostruzioni, la moto stava procedendo in direzione Ravenna quando, per ragioni ancora al vaglio delle forze dell’ordine, ha repentinamente cambiato senso di marcia: pare abbia compiuto un’inversione a ‘U’ senza accorgersi della Mini che sopraggiungeva. Le condizioni del giovane e della ragazza di 17 anni che era con lui sono apparse subito gravi. Il 18enne è deceduto dopo essere stato ricoverato in rianimazione all'ospedale Bufalini di Cesena, mentre la ragazza ha perso un piede nell'impatto.

Travolto e ucciso a 15 anni, la soldatessa Usa era ubriaca: tasso di 2.09 (4 volte il consentito). Rischia fino a 12 anni

«Un ragazzo solare ed educato»

La Federazione Sammarinese Tennis, «sconvolta ed incredula per il tragico avvenimento di questa notte, partecipa con profondo dolore al dramma della famiglia». De Luigi, di San Marino, 18 compiuti meno di tre settimane fa, aveva fatto parte della Nazionale sammarinese in due edizioni di Coppa Davis, tra cui quella di quattro settimane fa a Baku, in Azerbaijan. «Un ragazzo solare ed educato, capace di entrare nel cuore delle persone. Un allievo ed un amico che mancherà tremendamente a tutti. Tutto il movimento tennistico biancazzurro, a cominciare dai membri del Consiglio Federale, dai Maestri della Scuola Federale e dai compagni di squadra, si stringe attorno alla famiglia in questo drammatico momento», prosegue la Federtennis del Titano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA