Varese, ragazza sfregiata a coltellate. Arrestato l'aggressore: aveva problemi psichiatrici

Martedì 15 Ottobre 2019
2
Varese, ragazza sfregiata a coltellate: arrestato l'aggressore

È stato arrestato, e sottoposto a fermo, un uomo di 50 anni, principale indagato per aver aggredito e sfregiato a coltellato una ragazza di soli 15 anni lo scorso sabato a Varese. L'uomo, come ha reso noto la Procura della cittadina lombarda, è stato intercettato e fermato dagli uomini della Questura con l'accusa di tentato omicidio. Da quanto emerso, fondamentali per l'identificazione dell'uomo, sono state le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona dove si è consumata l'aggressione. 

LEGGI ANCHE Roma, choc a Vigna Clara: donna accoltellata in strada dall'ex, nessuno interviene

Ripercorrendo a ritroso il percorso effettuato dal sospetto, gli inquirenti sono riusciti a recuperare un'istantanea abbastanza nitida per essere confrontata con identikit e altre immagini. Date le urla e le frasi sconnesse pronunciate dal 50enne, gli investigatori hanno pensato di confrontare i frame acquisiti con pazienti di strutture per patologie psichiatriche del territorio, individuando un sospettato. Si tratterebbe di un italiano con precedenti di vecchia data, da tempo in cura per problemi psichiatrici. Una volta a casa sua, la Polizia ha trovato e sequestrato la sua bicicletta, gli abiti indossati al momento del ferimento dell'adolescente e un coltello compatibile con le ferite a lei inferte.

LEGGI ANCHE Ragazza sfregiata al volto con un coltello da un uomo in bicicletta: caccia all'aggressore

L'aggressione aveva avuto luogo mentre la ragazza era in compagnia di una amica, proprio nel centro di Varese. A dare la notizia era stata la stessa vittima dell'attacco. Secondo la ricostruzione della polizia, la quindicenne stava aspettando l'arrivo di sua madre in centro, per essere riaccompagnata a casa, quando uno sconosciuto, in sella a una bicicletta, è passato loro davanti, si è fermato ed è tornato indietro puntando le ragazze con fare minaccioso. La più giovane delle due, avvertito il pericolo, è scappata via incitando l'amica a fare lo stesso.

LEGGI ANCHE «Femminicidi, entro un mese aumento indennizzo per i figli delle vittime»

La quindicenne però è rimasta ferma, paralizzata dalla paura. L'uomo, secondo il suo racconto, ha estratto dalla giacca un coltello seghettato e, urlando «vi uccido», si è scagliato contro di lei colpendola due volte, al volto, molto vicino ad un occhio e a un braccio, poi è scappato. 

LEGGI ANCHE Sfregiata e tenuta prigioniera dal marito folle di gelosia: «Prima o poi ti uccido»

Ultimo aggiornamento: 20:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La Roma di Max Pezzali: questa città è difficile, ma ci vivrei

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma