Bimba di 3 anni ha dolori al pancino, la mamma scopre dai disegni che il papà l'ha violentata

Sabato 1 Giugno 2019
Bimba di 3 anni ha dolori al pancino, la mamma scopre dai disegni che il papà l'ha violentata

Avrebbe costretto la figlia, quando lei frequentava ancora la scuola materna, a rapporti sessuali anche completi. E per questo, ora, il papà, originario di Taurisano, in provincia di Lecce, potrebbe finire sotto processo, con l'accusa di violenza sessuale aggravata. L'udienza preliminare davanti al gup Cinzia Vergine è fissata per il prossimo 20 gennaio. Il procedimento ha preso le mosse dalla denuncia della madre della bambina, consegnata agli agenti di Polizia della stazione di Taurisano.

«Sono triste quando faccio sesso con il nonno»: il 73enne condannato dopo il messaggio della bimba di 8 anni

Viterbo, abusa sessualmente di due bimbe: arrestato cittadino pachistano
 

A coordinare l'inchiesta il pubblico ministero Stefania Mininni. La bambina - che lamentava dolori alle parti intime e trasferiva nei disegni il suo disagio - ha confidato alla madre che il papà l'avrebbe palpeggiata e violentata in casa, per due anni e fino alla fine del 2016, minacciandola di non raccontare nulla a nessuno.

La piccola è stata quindi ascoltata dagli inquirenti in sede di incidente probatorio e, successivamente, è stato disposto un accertamento ginecologico, ma alla luce del tempo trascorso (circa tre anni), i risultati «non sarebbero di per sé sufficienti ad avvalorare la realtà di un abuso». Il pm ha ritenuto sufficiente la testimonianza della bambina e stabilito di chiedere il rinvio a giudizio.

Madre e bimba sono assistite dall'avvocato Mario Urso. L'uomo dai legali Silvio Caroli e Giovanna Alibrando. 

Ultimo aggiornamento: 2 Giugno, 13:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma